Aumento Tari a Trani, Fratelli d'Italia: «I dissidenti mandino a casa Bottaro». Sui provvedimenti, esposto in Procura e ricorso al Tar

«L'amministrazione Bottaro è chiaramente ai titoli di coda. Non ha più i numeri per amministrare la città, ne prenda atto e vada a casa. Altre soluzioni sarebbero solo trasformiste, a cominciare dal ventilato allargamento della maggioranza». Così il capogruppo di Fratelli d'Italia, Raimondo Lima, aprendo la conferenza stampa presso la sede locale e provinciale del partito, presente anche il segretario cittadino, Gino Simone, ed il consigliere Emanuele Tomasicchio.


«Non comprendiamo con quale coraggio i dissidenti della maggioranza andranno a votare il bilancio previsionale visto, che comunque il Pef e l'aumento della Tari ne sono parte integrante - ripreso Lima -. Quindi li invitiamo a prendere atto del fatto che i numeri non ci sono più e mandare a casa il sindaco Bottaro, ovviamente contando sulla nostra collaborazione».


Diverso, invece il comportamento assunto da Fratelli d'Italia, insieme con il resto della minoranza, in aula. Lo ha spiegato proprio Gino Simone, facendo riferimento implicito alla permanenza all'interno dell'emiciclo del consigliere Raffaella Merra, pur non nominandola mai: «C'è non si è allineato alle scelte del resto della minoranza, prendendone apertamente le distanze - ha detto Simone con evidente riferimento al voto, peraltro negativo, espresso da Merra in seconda convocazione su Pef e Tari - Pertanto, respingiamo al mittente qualsiasi tipo di illazione in merito al nostro comportamento».


Simone ha anche precisato che «in via generale, Fratelli d'Italia prediligerebbe ricorsi alla sola autorità amministrativa, piuttosto che presentarsi pure presso la Procura della Repubblica, ma possiamo comprendere anche il disagio, persino psicologico, di chi porta avanti invano battaglie politiche contro la palese e reiterata illegittimità dei provvedimenti».


Chiaro il riferimento, in questo caso, al consigliere Emanuele Tomasicchio, che proprio stamani è andato in Procura a depositare un esposto, trasmesso anche alla Procura generale presso la Corte d'appello, «per le violazioni palesi, reiterate ed arroganti commesse da questa amministrazione - ha detto - i cui atti di forza in consiglio comunale sono, in realtà, una evidente dimostrazione di debolezza. Se si ricorre a questi mezzi, è perché evidentemente non sono politicamente forti, ed anche i numeri lo hanno dimostrato».


Tomasicchio ha anche annunciato un ricorso al Tar sulle due delibere approvate nell'ultimo consiglio comunale, non appena saranno ufficialmente pubblicate. «L'articolo 43 del regolamento del consiglio comunale vieta espressamente di approvare provvedimenti relativi ai tributi se non si hanno almeno 17 presenze in aula - ricorda l'ex candidato sindaco - ed oltretutto gli stessi sono stati approvati fuori termine dal 31 marzo e senza ancora avere approvato il bilancio. Tutto questo è palesemente illegittimo. Presentare un ricorso alla giustizia amministrativa è il minimo, rivolgersi alla Procura della Repubblica è l'estrema ratio di questo comportamento irrispettoso della legalità e della stessa minoranza».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

FOTO e VIDEO. Trani «invasa» da centodieci Ferrari: «Cavalcade 2017» accende di rosso e motori la città Trani, per "Fuori museo 2017" domenica 9 luglio in piazza Duomo un ospite a sorpresa Debutto discografico per la dj di Trani Rossana Pellegrino, in arte "Rossana Fox" I disabili potranno «vivere il mare» della "Baia del pescatore": consegnata alla Città di Trani la pedana di accesso alla spiaggia Valorizzazione, razionalizzazione e dismissione del patrimonio pubblico: firmato protocollo tra Comune di Trani e Demanio Dissequestrati tutti i beni di Salvatore Di Gioia: fra questi, anche un cantiere navale a Trani Trani, più sicurezza al passaggio a livello: montati i dissuasori per non attraversare i binari Emergenza abitativa, a Trani sempre più cittadini non riescono a pagare il fitto Skating Trani, domani "Gran galà sotto le stelle" presso il PalaAssi “DigithON” 2017, dal “De Sanctis” di Trani due progetti: “Ootd – Outfit for the day” ed “Enigma” Manifestazioni, oggi porto di Trani chiuso dalle 20 all’una La Madonna di Fatima pellegrina a Trani da oggi a domenica: sarà ospite dello Spirito Santo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Essere nonni: a Trani, corso di formazione. Incontri domani e martedì prossimo Trani religiosa, domani Aurelio Carella e Vincenzo Giannico saranno ordinati sacerdoti Rassegna "Strani incontri", domani Massimo Onofri con "Benedetti toscani, pensieri in fumo" «La vera storia di un marinaio»: domani sera, all'Anmi di Trani, la presentazione del libro di Ferdinando Scavran Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: fino a domani, Stefano Balzano "Novantanove borghi, racconto di Puglia": domenica prossima giornata dedicata a Trani Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Lungomare di Trani, scompaiono le panchine in ferro: saranno sostituite da nuove in pietra Ruzzola per le scale del palazzo di città: 73enne in codice rosso al Policlinico Feste e concerti, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani dispone un maggiore controllo delle forze dell'ordine DigithON 2017, da Trani anche Filippo e Fabrizio Granieri con “Latchee”. E c’è pure “Power up” “Trani è nostra”: il Vademecum del buon cittadino Voto di scambio, cinque condanne a Bari. Le indagini furono condotte da un Pm di Trani
PUBBLICITA' Barbayanne