Trani, Gennaro Palmieri si dimette da "promotore di accessibilità": «È stata solo una pagliacciata»

È in una lettera inviata al sindaco, Amedeo Bottaro, ed ai componenti dell’Osservatorio comunale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che il Promotore di accessibilità dell’Osservatorio stesso, Gennaro Palmieri, rassegna le  dimissioni da questo incarico. Di seguito, la sua lettera aperta.


***


Con cognizione di fatto e dopo un attento esame di coscienza sul mio breve operato ho ritenuto doveroso, con la massima consapevolezza, giungere alla determinazione che il mio tempo fosse scaduto. Ho fiutato in questo breve periodo che il tutto convergesse in una perdita di tempo, in una presa in giro alla grande e, me lo consenta, in una pagliacciata.


La cosa che più mi addolora è quella di aver deluso le aspettative di tanti professionisti che hanno creduto nella mia persona incondizionatamente offrendo alla Città di Trani un’opportunità, la loro esperienza e professionalità a titolo del tutto gratuito e l’amministrazione non ha saputo cogliere l’occasione che è stata offerta. Piuttosto che abbandonare i miei ideali, rinuncio all’incarico, ma continuerò a rappresentare in seno all’Osservatorio comunale per l’abbattimento delle barriere architettoniche i cittadini che mi hanno dato la loro fiducia. Questa mia determinazione, della quale mi assumo ogni piena responsabilità, è il risultato di una seria riflessione tanto meditata, sofferta e di non facile raggiungimento, quanti sono stati lo spirito di servizio e la dedizione con i quali ho accolto e, credo, condotto l’importante incarico da lei conferitomi.


Preminenti ragioni di ordine etico e morale e quindi personale, sempre più divergenti con la prosecuzione del mio mandato, mi spingono a questa amara decisione anche in considerazione del mio percorso professionale di oltre trent’anni in seno alle problematiche sulla diversità ed alle eliminazione di tutte le barriere sia architettoniche che culturali. La stessa amministrazione che, in particolare negli ultimi anni, mi ha visto chiamato in prima linea a profondere l’impegno e l’esperienza maturata, insieme a tanti altri colleghi rappresentanti di altre associazioni operanti nel settore della disabilità, per far sì di rilanciare una città accessibile a tutti. Il valore morale e civico insito in questo impegno, continua a permeare ma non mi consente, da questo momento, di proseguire ad onorarlo quale Promotore di accessibilità.


Ho sempre dato disponibilità totale ai cittadini, agli utenti in genere di qualsiasi categoria facendo diventare ogni loro esigenza un problema da affrontare e risolvere. Oggi è venuta meno quella serenità che è presupposto essenziale per svolgere al meglio il ruolo affidatomi, pertanto ritengo che non sarebbe giusto continuare ad occupare un tale compito di responsabilità senza la motivazione necessaria. Sin dall’inizio ho accettato, anche se con molte perplessità, il delicato compito conferitomi da lei e da tutti i componenti dell’Osservatorio, con forte senso di responsabilità. Ho cercato di svolgere il mandato con tenacia, umiltà, correttezza e sempre con profondo senso di legalità, mettendo a disposizione dell’intera comunità le mie competenze ed il mio tempo, sottraendolo sempre al mio impegno professionale e spesso anche alla mia famiglia.


Per questi motivi ritengo corretto e doveroso, a malincuore, restituire il mandato affidatomi, con la certezza che lei saprà effettuare una scelta giusta e lungimirante di una persona che abbia il suo stesso modo di pensare e vedere il ruolo di Promotore di accessibilità che differisce notevolmente dal mio modus operandi. Allo stesso modo, la mia esperienza e la mia competenza restano al servizio della Città di Trani, attraverso l’Associazione Uildm di cui mi onoro rappresentare, insita nell’Ocaba. Approfitto di questo momento per rinnovare la mia profonda stima nei confronti dei colleghi delle Associazioni e Comitati partecipanti e i rappresentanti dell’Ordine degli ingegneri, architetti e geometri che hanno condiviso con me la passione e l’impegno, gratuitamente, nell’espletamento del ruolo per ognuno di loro competenza.


La ringrazio di cuore per avermi dato l’opportunità di vivere questa esperienza negativa, che ha contribuito in modo determinante alla mia crescita umana. Nel corso di questo breve periodo, voglio sottolineare, ho avuto modo di conoscere le sue qualità di sindaco, nell’offendere l’intelligenza e l’esperienza acquisita sul campo e per un vissuto quotidiano di chi si è speso con il massimo impegno credendo sinceramente nella sua persona ed è stato ripagato con una delusione completa. La ringrazio ancora per avermi offerto l’onore e la possibilità di potermi mettere al servizio della mia Città senza interesse alcuno che non fosse il bene della Città. Per me non è certo una sconfitta bensì mi ha ridato la possibilità di ritornare ad essere quel cane sciolto, che mi ha sempre contraddistinto nel perseguire i miei obiettivi con pazienza, caparbietà e costanza, rispettando sempre le disposizioni di legge e che riuscirà a far onorare i diritti di tutte le persone diversamente abili come me.


Ma, difronte ad un’Amministrazione totalmente assente e distratta, non potevo che giungere a questa determinazione per far sì di non essere considerato come voi. Ho deciso di rassegnare le mie dimissioni, avendo fiutato immediatamente che l’Osservatorio comunale era privo della linfa vitale e dell’appoggio concreto dell’Amministrazione comunale. Fatti come questi determinano altresì un’immagine poco credibile in un settore come quello della disabilità.


L’Associazione Uildm sezione di Trani in seno all’Ocaba sarà sempre presente più agguerrita di prima e disponibile se lei dovesse, in un prossimo futuro, con atti concreti, seri e responsabili dando la giusta importanza ed interesse nella gestione dell’Ocaba, più attento e non servirsi delle persone solo per convenienza, mi consideri a sua completa disposizione. Le assicuro che non verrò meno certamente ad un impegno civico che cercherò di continuare ad onorare con il mio contributo da responsabile d’associazione e semplice cittadino, considerando molto attentamente che in virtù di questa mia decisione possano presentarsi dei seri problemi di ostruzionismo. Ma conoscendomi bene sa anche che sono testardo e perseverante e non mi scoraggio facilmente dinanzi a certi comportamenti vergognosi. Considerandola un ottimo avvocato, mi permetta darle un fraterno consiglio: «Non scordi mai di essere inadempiente, quale primo cittadino, difronte alla Legge se non vengono istituiti ed approvati i Peba, Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche.


Il rappresentante legale della Uildm sezione di Trani – Gennaro Palmieri

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Global Office

Notizie del giorno

Via Duchessa d'Andria, non iniziano i lavori e trionfa l'anarchia: rimosse le transenne e tutti passano. La strada, adesso, è davvero una groviera Cava dei veleni bis a Trani, stamattina il sopralluogo. Rischio incendio, il sindaco: «Importante capire come intervenire» Arrestati dai Carabinieri di Barletta due fratelli per reati compiuti anche a Trani. Altre cinque persone indagate in stato di libertà Finalissima di Coppa Italia regionale: Vigor Trani-Fasano verrà disputata al "Veneziani" di Monopoli Trani, iniziate le attività di manutenzione straordinaria degli alberi ad alto fusto Arriva il Capo della Polizia a Trani e piazza Albanese si fa bella: giovedì, manifestazione per piantarvi un ulivo della pace Capannina collassata, impraticabile un pezzo di lungomare di Trani: cresce il degrado nei pressi dell'Ottagono e, del vecchio bar, ignoti hanno rubato le tende Caso buoni servizio, Cinquepalmi (Trani a capo): «Il Comune integri con propri fondi quelli tagliati dalla Regione» Cava fumante e discarica, il comitato: «Vogliamo certezze, bonifiche e chiusure. Non molleremo». Oggi, sopralluogo a Monachelle AGGIORNATO. Il bunker Fortitudo non dà scampo a Bari: 60-46. Juve Trani supera Foggia AGGIORNATO. L'Adriatica Trani non perdona: 3-0 a Potenza ed è seconda. Aquila azzurra battuta a Foggia A Roma niente sconti: Lazio-Trani 4-2 Troppi errori, e l'Omnia non perdona: Bitonto-Trani 3-1 Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana "Il violino di Auschwitz", al Polo museale proseguono le manifestazioni per la Giornata della memoria Auser Trani, da oggi al via il corso di ginnastica dolce per over 60 Alla parrocchia san Giuseppe di Trani, a partire da oggi, i festeggiamenti in onore di san Ciro: il programma completo Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, a Trani incontro domani Domani, nella biblioteca di Trani, presentazione del libro "Andare per i luoghi del cinema" Trani, domani inaugurazione della nuova sede del sindacato dei pensionati Emergenze ambientali, l'ecologista Paul Connett torna a Trani domani: vi era già stato nel 2005, per il «no» al termovalorizzatore I giornalisti festeggiano il loro patrono, san Francesco di Sales: santa messa a Trani mercoledì Omaggio ad Alfredo Albanese: il Capo della Polizia a Trani giovedì prossimo “Chiedilo al notaio”, prossimo appuntamento al Comune di Trani il 1mo febbraio. Prenotazioni fino a venerdì prossimo Venerdì a Trani presentazione del libro "E la chiamano estate" “Fino alla fine, biotestamento e autodeterminazione”: venerdì nella biblioteca di Trani quinto appuntamento di “Conoscere per cambiare” Castello di Trani, sabato "Scienza e giustizia non conoscono le barriere": prenotazioni fino a giovedì Sereno variabile a Trani: la puntata andrà in onda sabato prossimo, alle 17.05, su Rai2 Arsensum di Trani, prosegue la stagione concertistica. Domenica prossima, serata dedicata a Piazzolla Palazzo Beltrani, la collettiva di arte contemporanea “Artis gratia” prolungata fino al 28 gennaio Stagione teatrale di Trani, martedì 30 gennaio "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso "Jazz e dintorni" all'Impero di Trani: venerdì 16 febbraio, Matteo Brancaleoni Ritorna il Giornale di Trani e Radio Bombo ne compie 40: sarà un 2018 di storia, rinnovato impegno e testimonianze Polizia locale di Trani, nel 2017 quasi un milione di incassi dalle multe: merito, anche, di varchi, photored ed ausiliari della sosta Il sindaco di Trani: «Noi valorizzeremo la Polizia locale, ma i cittadini ne abbiano rispetto» AGGIORNATO. Dalla discarica alla cava, dai finanziamenti all'arcivescovo: questo, ed altro, domattina, in Appuntamento con Trani Ingresso dell'arcivescovo a Trani, per il servizio d'ordine si mobilita anche la Prefettura FOTO. Mons. Leuzzi è ufficialmente vescovo di Teramo-Atri. All'ingresso in diocesi presente una delegazione di Trani, sua città natale Caditoie e segnaletica nella zona di piazza D'Agostino, il Comune di Trani affida lavori urgenti per 25mila euro
PUBBLICITA' Real Suole