Polo museale, lo scrittore famoso ai bambini di Trani: «L'educazione civica, per impararla, va praticata tutti i giorni»

«L’educazione civica non è una materia scolastica a sé stante, rientra in tutte le discipline: dall’italiano alla storia, dalla matematica alla geografia, senza i riferimenti concreti ed educativi, diventano vuote, prive di senso». Così, ci spiega l’ospite della Fondazione Seca e della libreria Miranfù per “Il maggio dei libri”, Stefano Bordiglioni, lo scopo della sua attività di scrittore.

Un’intervista successiva agli appuntamenti, ma sempre attuale nell’ottica di una formazione scolastica volta al miglioramento della società e dell’educazione degli esseri sociali, i cittadini, piccoli e grandi.

Nasce maestro di scuola primaria, integra il suo lavoro scrivendo testi tradotti e venduti stanzialmente in tutto mondo, che porta in giro ed illustra ai piccoli studenti accompagnato da una chitarra, tanta ironia ed una spiccata capacità di centrare il bersaglio: l’attenzione dei piccoli uditori ed il consenso dei suoi colleghi di ovunque.

Per questo, giunto al Polo Museale di Trani, ha replicato il suo spettacolo con uno dei suoi capolavori per ragazzi dal titolo “Il principe e la Costituzione”. Un doppio tutto esaurito che ha visto la partecipazione di molte scolaresche tutte intente ad ascoltare e comprendere l’importanza della Costituzione a misura di bambino perché, si sa, i cittadini di domani è giusto che inizino a comprendere sin da piccoli quanto sia fondamentale la loro esistenza.

«Parlare della Costituzione significa parlare del vivere comune, delle leggi, di ciò che ci permettere di vivere con gli altri. Una volta c’era l’educazione civica, invece adesso c’è l’educazione con cui bisogna fare i conti. È giusto che anche i più piccoli comprendano per quale motivo è necessario che un popolo si dia delle regole – dice Bordiglioni – perché altrimenti a vincere sono sempre i prepotenti, mentre a vincere deve essere la legge, la ragione».

«Bisogna insegnare ad essere persone civili. In questi giorni ho incontrato alcune centinaia di bambini, esperimento molto interessante, esperienza importante. Loro sono il banco di prova del mio lavoro, dei miei libri – continua lo scrittore -. Posso pensare di scrivere cose eccezionali, ma se non riesco a farmi comprendere da loro, non ho lavorato bene. L’obiettivo è contribuire, in qualche modo, in questo caso con la letteratura e, dunque, la lettura, facendo conoscere e rendendo quanto più chiaro possibile il tracciato di una convivenza civile nel segno della bellezza della condivisione».  

Linguaggio semplice ed immediato, empatia, onestà e tanta responsabilità, ecco gli ingredienti per far lievitare la coscienza civile nei più piccoli e fare del mondo un posto migliore.

Così si è conclusa l’esperienza de “Il maggio dei libri” al Polo museale che dà, attraverso la Fondazione Seca e la libreria Miranfù, appuntamento al prossimo anno con nuovi ospiti, nuove storie da raccontare e nuove pagine da sfogliare… e da scrivere, nel diario di bordo delle attività e della vita quotidiana di un “insolito” museo.

Ancora una volta, dunque, lo spazio museale abbraccia, al di là delle collezioni, anche l’ambito delle attività educative, accogliendo studenti, insegnanti e formatori nei propri spazi, perché l’arte e la storia possano essere canali, strumenti, per una formazione a più ampio respiro, che vada fuori dai canonici spazi dell’istruzione, ovvero le scuole, tanto da far parte di ogni ambiente cittadino dove tutti possano confrontarsi e crescere nell’ottica di una società civile e di conseguenza bella.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Euroffice

Notizie del giorno

Oggi a Trani incontro sul mondo del lavoro Passaggio a livello di Trani, il movimento "Impegno civico per la realizzazione del sottovia": «Noi, ancora in attesa di risposte» Despar Centro - Sud e I bambini delle fate insieme per un grande progetto Short list di tributaristi di fiducia del Comune di Trani, domande fino al 31 dicembre Cambia mezza squadra, i risultati si vedono: Mesagne-Trani 3-1 AGGIORNATO. Trani, in via Superga, proprio nel giorno del mercato, una busta contenente urina Autismo, uniti è più facile: oggi, a Trani, l'inaugurazione della sede dell'associazione Contesto Ventimila malati di tumore l’anno in Puglia, nasce la Rete oncologica. Numero verde attivo dal 14 gennaio Natale di Trani, alla Vigilia ritorna la cena solidale per i meno fortunati Mercoledì prossimo il sindaco di Trani conferirà tre civiche benemerenze Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, stasera spettacolo in omaggio a Lucio Dalla Natale di Trani, oggi l'accensione delle luminarie a villa Telesio. Appuntamenti fino al 6 gennaio A Trani il teatro va a braccetto con i libri: dall'11 gennaio, la nuova rassegna dell'Impero con tre spettacoli in cartellone Trani, arrivano l'arco sterile e un nuovo ecografo. Avantario: «Il nostro ospedale continua a rafforzarsi» Al Polo museale torna il gospel: mercoledì prossimo la Fondazione Seca presenta Laura Wilson & Nù movement “Conoscere per cambiare”, prossimo appuntamento a Trani mercoledì prossimo. Si parlerà dei “Nuovi razzismi” AGGIORNATO. Maltempo a Trani, rinviata a venerdì prossimo la prima edizione di "Natale per le strade di Sant'Angelo" Fino a oggi, a palazzo Beltrani, esposizione di Toni D’Addato Vent'anni dalla morte di Ivo Scaringi: a Trani, fino a fine anno, mostra collettiva a lui dedicata presso la galleria Michelangiolo Al via a Trani la raccolta di giochi per bambini meno abbienti Natale di Trani, fino al 30 dicembre collettiva d'arte presso l'associazione Arsensum Prosegue la mostra “Ferruccio Maierna: scultura, design, gioielli” Trani, i «cubotti della solidarietà» in vendita alla Papa Giovanni XXIII VIDEO. Trani religiosa, la festa liturgica in onore di Santa Lucia, vergine e martire Il Natale è cultura: presentata la rassegna “Trani sul filo”. Grande novità, il tendone da circo in piazza Gradenigo Natale di Trani, 6.000 euro all'associazione Orizzonti per la consegna di pacchi alimentari per gli indigenti «La sbarra sul tetto», a Trani e nei migliori passaggi a livello Fondi per gli impianti sportivi pugliesi, Trani la grande assente “Comuni ricicloni”, Fra le tante le città virtuose non c'è Trani: con il 20 per cento, siamo il penultimo capoluogo di Puglia per differenziata Parcheggi a Trani, il segretario sindacale aziendale Di Lernia: «La gestione deve restare pubblica» Diocesi di Trani, don Enzo De Ceglie nuovo delegato episcopale per la pastorale
PUBBLICITA' Avicola Colangelo