La Fondazione Seca di Trani accoglie “Swapmuseum”: cinque ragazze realizzeranno un’audioguida per il museo della macchina per scrivere

Dalila, Mariagrazia, Maria Teresa, Fortuna e Serena. Inizia una nuova avventura per la Fondazione Seca, questa volta con cinque giovanissime studentesse di Trani e Trinitapoli, pronte a raccontare il Museo della storia della scrittura meccanica attraverso un’audioguida al fine di vivere le esposizioni a più dimensioni, ascoltando l’avvincente storia dell’evoluzione tecnologico – artistica della macchina per scrivere.

A fare da filo conduttore tra la Fondazione e questo team tutto femminile è la dottoressa Elisabetta Tomaiuolo, promotrice del progetto Swapmuseum.

Ma di cosa si tratta in concreto? Swapmuseum è il luogo in cui i ragazzi ed i musei si incontrano per arricchire gli ambienti culturali attraverso uno scambio di tempo, creatività e premi dove l’obiettivo è quello di ripensare insieme i musei da nuovi e diversi punti di vista. Per candidarsi è bastata una call pubblica a cui le swapper hanno risposto prontamente. 

È così che, dopo una conoscenza iniziale, avvenuta questa mattina, attraverso una visita guidata dettagliata alle cinque sezioni del museo, lo swap team si è messo al lavoro per la realizzazione delle audioguide che si aggiungono al tour tradizionale.

Con inventiva, iniziative e tocchi personali, le cinque ragazze si sono totalmente immerse in un mondo fatto di tasti, aneddoti, storie, arte in un percorso che sembra passato e che, invece, fa da filo rosso con la presente tecnologia.

Parleranno delle origini, delle innovazioni e delle rivoluzioni che le macchine per scrivere hanno portato nella storia che, in un modo o nell’altro, appartiene a tutti. Si pensi alle Olivetti, immancabile strumento di lavoro o di diletto presente sulle scrivanie delle case degli italiani e del mondo intero.

Ancora una volta la Fondazione Seca apre le braccia ed accoglie realtà importanti per il perfezionamento della struttura museale, luogo e motivo di tutte le attività dalla Fondazione promosse.

Così, con Swapmuseum i ragazzi possono esprimere la loro creatività, guadagnarsi dei premi e sfidare altri swapper aiutando i musei a crescere. Al contempo, i musei fanno valere i giovani della loro città, rendono i loro servizi innovativi ed ampliano la loro rete di relazioni.

È la logica dello scambio, è la logica dell’arricchirsi vicendevolmente e di prestare cuore, conoscenza e passione per una causa che parte dal singolo a beneficio di molti: dare lustro ai tesori delle città.

Il Polo museale di Trani è tra questi.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Progetto Udito

Notizie del giorno

La Vigor Trani sfiora il colpaccio, contro la Fortis Altamura è 1-1 Scritte sulla cattedrale di Trani, l'unica buona notizia è la gara di solidarietà per ripulirla Ma quanto è forte questo Trani? Domina anche a Bisceglie, porta a casa la 13ma vittoria consecutiva e fa il vuoto dietro di sé AGGIORNATO. Cerignola già primo e, così, il derby sarà davvero senza pensieri: Fortitudo seconda; Juve Trani quarta San Marco Argentano-Trani: obiettivo, vincere per «rivedere» la salvezza Difesa del Pronto soccorso, stamani manifestazione davanti alla villa di Trani. Ci sarà anche Bottaro Difesa del pronto soccorso di Trani, Santorsola: «Alla manifestazione di questa domenica non ci sarò» Giunta regionale, i provvedimenti approvati nell'ambito della sanità Raccolta differenziata in alcune strade di Trani, martedì prossimo incontro informativo al Comune Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana “InPuglia365”: alla Fondazione Seca di Trani un fine settimana ricco di iniziative Oggi al Polo museale di Trani l'evento “Fashion family” "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, nuovo appuntamento venerdì prossimo con "Napoli milionaria" Santo Graal di Trani, oggi "Il ballo del Mattoni" Teatro a Trani, mercoledì 20 febbraio Bianca Nappi con “La sua grande occasione” Sabato prossimo, al Dino Risi di Trani, "Francesco Greco ensemble". Biglietti già disponibili È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Off» Trani schiava dello spray: dopo la cattedrale, San Toma Scritte sulla cattedrale di Trani, l'arcivescovo D'Ascenzo: «Troppo qualunquismo verso i beni culturali, ma ringrazio chi già si sta adoperando per ripulirla» Scritte sulla cattedrale di Trani, da Barletta la Barsa si propone per ripulirla gratis Anziana cade in acqua nel porto di Trani: un concorso di soccorritori le salva la vita Tetto in amianto dell’ex Supercinema di Trani, presentato progetto per la rimozione Amministrazione di Trani, Uva (Associazione Buongoverno): «Solo annunci, niente di concreto» Trani, pubblicato il bando per il festival “Il giullare”. Candidature fino al 19 maggio Esce “Overbooking”, il secondo album del rapper di Trani Gio Fal. Disco prodotto dal dj Krispino Trani, test importante contro Altamura. La gara sarà trasmessa in televisione
PUBBLICITA' Progetto Udito