De Toma consigliere provinciale, il centrodestra di Trani: «Inizia un nuovo ciclo»

Con l’elezione di Pasquale De Toma nel Consiglio provinciale Bat il ricostituito centrodestra tranese mette a segno il primo obiettivo, che dà slancio ai prossimi appuntamenti elettorali in vista nel breve termine, uno su tutti le amministrative 2020.

Subito dopo le amministrative 2015, dove la nostra corrente si è presentata spaccata in più coalizioni, è sorta l’immediata esigenza di rimettere insieme i pezzi sparsi per far rinascere quella corrente politica che tanto è a cuore al nostro territorio e elettorato e i risultati delle politiche 2018 zittiscono qualsiasi parere contrario.

Le provinciali hanno dato un segnalo chiaro, la nostra coalizione seppur numericamente più ridimensionata rispetto al PD ha portato a casa lo stesso risultato, eleggere un tranese nel Consiglio grazie a una candidatura unitaria coadiuvata da una azione politica precisa e puntuale giocata sul tavolo provinciale.

Sul punto, al fine di evitare strumentali interpretazioni da parte di chi dovrebbe avere la decenza di tacere, sono dovute delle precisazioni. Preliminarmente teniamo a censurare questo metodo di elezione, studiato e messo in pratica dal Governo Renzi nella figura del suo Ministro Delrio che, declassando la nostra Provincia, ci costringe ad un elezione di secondo livello.

Ma le mortificazioni non finiscono qui, in quanto lo stesso Decreto prevede l’introduzione del voto ponderato, che attribuisce ai consiglieri comunali elettori un punteggio differente in base al comune di provenienza. Per essere più chiari, il punteggio attribuito al consigliere tranese vale 301 punti contro i 1060 che vale il singolo voto del consigliere andriese e i 420 di un consigliere di Margherita di Savoia. Detto ciò, è evidente che non si può prescindere dal voto andriese, che naturalmente non arriva per grazia ricevuta ma per una serie di strategie politiche giocate sul tavolo provinciale e una constante presenza della nostra coalizione anche fuori dal territorio tranese che hanno contribuito a creare collaborativi e proficui rapporti politici.

Questa coalizione per la prima volta sovverte la logica finora adottata, quella della delocalizzazione del voto in favore dei comuni viciniori  e archivia politicamente il detto popolare “il tranese è amante del forestiero”. Questa volta abbiamo imposto e ottenuto il ritorno elettorale in favore della nostra terra, che negli anni si è sempre resa coprotagonista del successo del centro destra, rivestendo il ruolo di mero portatore d’acqua che assisteva ai successi altrui. Abbiamo dimostrato con i fatti che il centrodestra c’è, si è riorganizzato, porta a casa gli obiettivi prefissati e per la prima volta è autorevole protagonista sulla scena provinciale.

Le chiacchiere e i post filosofici sui social gli lasciamo a chi perde le competizioni e cerca di nascondere inutilmente i propri insuccessi innescando la logica del sospetto verso gli altri nella speranza di perpetrare il nulla come fatto sinora in danno di Trani e dei tranesi.

Rinnoviamo i nostri auguri per un proficuo lavoro a De Toma, certi che questo sarà il primo di una lunga scia di successi.

Noi con l’Italia – Segretario Antonio Florio

Forza Italia – Segretario Alfonso Mangione

Fratelli d’Italia – Segretario Gino Simone

Insieme – Segretario Emanuele Tomasicchio

Lega – Segretario Gianni Biancofiore

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Fondazione Seca

Notizie del giorno

Trani, trova borsa con 3500 euro e la consegna ai carabinieri: era stata scippata poco prima ad una donna Rubavano merce nelle aree di servizio, denunciati 9 soggetti dalla Sottosezione della polizia stradale di Trani Trani, parzialmente vandalizzata l'installazione artistica "Oscillazioni" in piazza Natale D'Agostino Trani, iniziati i lavori al lungomare Mongelli Stabilizzazioni dei precari della Asl Bt, oggi a Trani anche Michele Emiliano Al Comune di Trani tirocini per studenti di Scienze delle amministrazioni Al via oggi a Trani “Hack te”, progetto per sensibilizzare gli studenti al volontariato Addio Maria Antonietta Cerniglia, il cordoglio dell'arcivescovo di Trani, Mons. D'Ascenzo “La carica dei quattrocento” al Polo museale di Trani per “InPuglia 365”. Bis a febbraio per la Fondazione Seca Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, giovedì prossimo serata jazz "Lo sport per tutti": oggi un incontro nella biblioteca di Trani Oggi, nella chiesa "Pieno vangelo" di Trani, proiezione del film "La croce" Domenica la "Giornata mondiale dei poveri": eventi a Trani a partire da venerdì, per il 25esimo anno di attività della Caritas Al Dino Risi di Trani sabato e domenica prossimi lo spettacolo teatrale “La santa sulla scopa” Autismo: domenica a Trani dibattito con il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia A Trani, il 20 novembre, incontri con il giornalista Rai Renato Piccoli Refezione scolastica a Trani, Forza Italia: «Non si tolga il pasto ai figli dei morosi» Ufficio tecnico di Trani, un solo dirigente ma due capi servizio: avviata la selezione interna Arpa Puglia conferma: «Mare pulito, ma il vero nemico è la plastica». L'incontro alla Lega navale di Trani Mare e plastica, l'allarme di Legambiente Trani: «Ogni nostro gesto, prima o poi, ci si ritorcerà contro» Mare e plastica, a Trani fanno meno paura: «Il segreto? La collaborazione fra Comune e associazioni» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Ieri e oggi» Bisceglie frena e Trani, che vince in rimonta a Cutrofiano, si lancia all'inseguimento di Barletta La Trani del basket vola: Fortitudo sbanca Rutigliano, Juve timbra il cartellino con Altamura Alla capolista basta un gol: Casarano-Trani 1-0 L'Apulia rompe il ghiaccio: 3-1 al San Marco Argentano e, adesso, ne ha tre alle spalle
PUBBLICITA' Fondazione Seca