Autonomia differenziata, interviene Barresi (Italia in comune Trani): «Va assolutamente fermata»

Siamo lieti che vari movimenti e partiti, compreso “Forza Italia”, facciano propria una battaglia che noi di “Italia in Comune” abbiamo già portato un mese fa in alcuni consigli comunali in cui siamo presenti. Stiamo parlando dell’autonomia differenziata.

Il tema del riconoscimento di maggiore autonomia alle regioni a statuto ordinario, ai sensi dell’articolo 116, terzo comma della Costituzione, si è guadagnato il centro del dibattito che riguarda le iniziative intraprese da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna nel 2017. Le tre Regioni suddette, dopo aver sottoscritto tre accordi preliminari con il Governo a febbraio 2018, hanno ampliato il quadro delle materie da trasferire rispetto a quello originariamente previsto. Nel frattempo, altre regioni hanno intrapreso l’iter istituzionale per l’autonomia differenziata: essa non è una decisione del Governo Lega – M5S, ma del Governo Gentiloni che siglò una pre-intesa con le tre regioni più ricche d’Italia.

È necessario bloccare il processo di autonomia differenziata della Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna che dovrà essere discusso a breve dal Parlamento. La sua realizzazione sarebbe deleteria per le Regioni del Sud. Infatti, ci troveremmo di fronte a regioni ricche e le altre sempre più povere.

La rigenerazione dell’Italia può concretizzarsi solo con lo sviluppo del Meridione: i cittadini devono essere trattati nello stesso modo a livello nazionale, sia per il prelievo che per i servizi erogati e di spesa.

La vicenda è decisiva per il futuro dell’Italia, la maggior parte del gettito fiscale verrebbe trattenuta al Nord. Allo stesso tempo, tutti i cittadini devono godere del diritto all’istruzione, alla salute ecc. indipendentemente dal loro reddito. Le regioni che chiedono l’autonomia vogliono trattenersi quelli che definiscono i loro soldi oltre a quello che lo Stato spende per i servizi.

La sanità al Sud già non è delle migliori, ma con questa autonomia la situazione nei nostri ospedali peggiorerebbe e aumenterebbero i ricoveri di pazienti meridionali in ospedali del Nord, il divario si accentuerebbe in posti letto e attrezzature ai danni del Sud.

Non è giusto trattenere nel proprio territorio i nove decimi delle tasse pagate dai propri cittadini, come le pagano tutti i cittadini italiani e trattenerli perché i più ricchi hanno più bisogni e più diritti.

Cerchiamo tutti insieme, dalla Sinistra più estrema a Fratelli d’Italia, a non aggravare un assetto già precario.

Anna Maria Barresi-Consigliere “Italia in Comune”

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Trani, la notte della verità rimandata a venerdì prossimo: si va in seconda e c'è subito riunione per il «SalvaBottaro» Bilancio in bilico, Trani a capo: «Dimissioni di Bottaro? Sarebbero tardive» Trani, bilancio in bilico, Briguglio è pessimista: «Stiamo vanificando quattro anni di lavoro» AGGIORNATO. Rimozione del tetto in amianto sull'ex Supercinema di Trani, rinviato per vento l'inizio dei lavori Pasquetta, finito il pranzo si viene a Trani: autocarro scarica a Capirro il suo intero carico Trani, in via Tolomeo precipita tenda per cinque piani: poco prima, in quel cortile, stava giocando una bimba Lungomare di Trani, terminata la piazzetta fra via Parenzo e via Rovigno: la soddisfazione di sindaco e residenti Antenne a Trani, Tim presenta il piano stralcio per il 2019 Elezioni europee, sul sito del Comune di Trani i moduli per il voto domiciliare e assistito Buoni servizio minori, al via le domande per l'anno 2019/2020 Angelo Mastrototaro parteciperà al Jr. NBA Global Championship Europe and Middle East Selection Camp a Bologna Volley donne: secondo posto in Coppa Puglia per l'Adriatica Trani 25 aprile, il programma delle celebrazioni a Trani 25 aprile, eventi a Trani a cura di Anpi e associazioni Pellegrinaggio a Lourdes, domani a Trani incontro formativo di preparazione Trani, la zona umida di Boccadoro sarà aperta anche il 25 aprile e 1mo maggio. Tutte le info Al Polo museale di Trani c'è anche il «richiamo» della musica: è arrivato un pianoforte per le esibizioni estemporanee di talenti. Tutte le info Polo museale di Trani, fino al 5 maggio la mostra di santi e Madonne in campana Ponte del 25 aprile a Trani: gli orari della Ztl sul porto È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Vuoti, e a perdere» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, domani serata con gli Aritmia Trani, il bilancio ritorna venerdì: 26 i punti all’ordine del giorno Al Dino Risi di Trani, domenica prossima, il concerto “L’arte del clarinetto” “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Trani 2020 con Bottaro o un commissario? Domani la verità in consiglio. Nuova giunta solo a bilancio approvato, ed il sindaco non nasconde le difficoltà Trani, alla Lampara «Calà» il sipario: oggi l'anniversario del concerto di Jerry, poi la chiusura e la rovina
PUBBLICITA' Ufficio 2000