Azzeramento della giunta di Trani, Marinaro (Pd): «Servono chiarimenti concreti ai cittadini»

Ho aspettato alcuni giorni per poter analizzare lucidamente quanto accaduto nei giorni scorsi. La stampa sempre attenta mi ha agevolato il compito pubblicando un articolo sulla Gazzetta del Mezzogiorno che riprendeva il decreto di azzeramento della giunta. Dal decreto chiaramente emergono alcuni punti fondamentali di riflessione.

Il Sindaco specificatamente: «prende atto dell’andamento della seduta consiliare del 28 marzo, nel corso della quale, su iniziativa di componenti della maggioranza consiliare, sono stati espressi orientamenti in merito alle politiche tributarie distonici rispetto a quelli che la giunta comunale aveva consacrato nella proposta di bilancio nella seduta del 20 marzo». Orientamenti indirizzati all’abbassamento delle tasse. Orientamenti conosciuti da tempo, portati in consiglio con un emendamento, votato da parte della maggioranza e della minoranza. Emendamento che non ha visto la sua approvazione definitiva poiché parte della maggioranza dopo non averlo votato ha abbandonato l’aula.

In seguito però, il Sindaco stesso, dopo l’azzeramento, riconoscendo nel merito la bontà dell’emendamento proposto e votato  ha proposto un punto all’ordine del giorno aggiuntivo dal contenuto uguale ma con cifre al ribasso. Il risultato è stato comunque che il provvedimento originariamente emendato è stato ritirato per poi votarne uno uguale che sicuramente ha lo storico risultato di un abbassamento dell’aliquota irpef ma che nel merito produce un effetto minore. Abbassamento dell’aliquota da annoverare come risultato positivo raggiunto esclusivamente grazie alla battaglia di Mimmo De Laurentis. Battaglia che chiaramente è poi stata capita,  condivisa e votata in seconda seduta da tutta la maggioranza.

Detto ciò il testo della revoca  prosegue: «nella citata veste di responsabile per l’attuazione del mandato elettivo ad un complessivo ripensamento in merito alla composizione dell’organo esecutivo, mediante un azzeramento dello stesso nella prospettiva di una ricostruzione coerente con gli orientamenti delle forze politiche che esprimono la maggioranza in seno al consiglio comunale».

Questo passaggio però va in dicotomia con quanto si prospetta, ossia una riconferma quasi in blocco della giunta azzerata. Delle due l’una, o la giunta azzerata non era in sintonia con la maggioranza e quindi giustamente azzerata ma anche da non riconfermare oppure l’azzeramento non andava fatto. In siffatta maniera invece potrebbe essere strumentalmente utilizzata come se si volesse colpire solo parte della giunta e dei relativi consiglieri di riferimento. Sicuramente non sarà stato questo lo spirito che ha guidato il Sindaco.

Per fugare da ogni dubbio, ho votato il primo emendamento in data 28/03/2019 perché fermamente convinto della bontà di quanto proposto dal consigliere De Laurentis, in data 30/03/2019 ho votato il nuovo punto all’ordine del giorno perché la battaglia per abbassare il gettito fiscale è di primaria importanza, qualsiasi sia la cifra.

Chiaramente ora però dovrà essere aperta una riflessione seria all’interno della maggioranza anche alla luce di quanto ventilato e mai discusso possibile allargamento della maggioranza con conseguente composizione differente della giunta. La cosa certa è che, come già comunicato al sindaco, non parteciperò ad alcuna discussione inerente la giunta e la sua composizione. Cedo volentieri ad altri che abbiano tale velleità. Giunta oltretutto da ricomporre in tempi rapidi per non immobilizzare inutilmente la macchina amministrativa.

Ora è il momento, anche alla luce della ventilata ipotesi, motu proprio, del sindaco di allargare la maggioranza, di chiarire quali siano i metodi della discussione e della condivisione di quelli che sono i provvedimenti importanti per la città. Quanto accaduto nelle ultime due sedute di consiglio comunale deve farci riflettere, dopo quattro anni di governo se nel merito di importanti programmi per i cittadini c’è intesa, ci deve essere anche intesa nel metodo di attuazione. Senza chiarezza si va solo incontro all’immobilismo che è deleterio per la nostra Città. I cittadini meritano rispetto e serietà, noi dobbiamo essere i primi a dare il buon esempio. Serve essere pragmatici e dare risposte concrete.

Giacomo Marinaro - Consigliere Comunale PD

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Villa di Trani, riparato a tempo di record il lucernario rotto segnalato ieri Trani, impatto auto-motocarro: solo tanto spavento per un operatore ecologico dell'Amiu Un carabiniere di Trani nel Comando interregionale sud Italia: è Paolo Fabiano Trani, in consiglio è la notte della verità. Bottaro sulle probabilità di restare in sella: «Cinquanta per cento» Bilancio, in arrivo una pioggia di emendamenti: c'è chi rivuole Calici di stelle e chi non vuole Trani capitale italiana della cultura 2021 Trani, il bilancio ritorna oggi: 26 i punti all’ordine del giorno Bilancio sul filo, il Pd Bat si schiera con Bottaro: «Mandarlo a casa sarebbe un assist al populismo di destra» Bilancio sul filo, Trani a capo: «Bottaro avrà i numeri grazie a chi è attaccato alla poltrona» Per Buongoverno Trani Bottaro è ai titoli di coda. Uva: «Un sindaco sul tetto che scotta» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Vuoti, e a perdere» Judo Trani, quattro atleti qualificati per il Campionato Italiano Juniores Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, oggi serata dedicata a Celentano Rosario Mastroserio torna ad esibirsi a Trani: domenica prossima concerto pianistico al Polo museale Al Polo museale di Trani c'è anche il «richiamo» della musica: è arrivato un pianoforte per le esibizioni estemporanee di talenti. Tutte le info Polo museale di Trani, fino al 5 maggio la mostra di santi e Madonne in campana A Trani, oggi, nuovo trattamento antilarvale a cura di Amiu Alla Giornata della misericordia per i detenuti, domani, anche alcuni del carcere di Trani Lega navale di Trani, domani la seconda edizione del Big game di drifting A Trani, domani, presentazione del libro «Ero straniero» A Trani, domenica prossima, sfilano duecento cavalli Domenica prossima, a Trani, l'evento «Tutti i grandi sono stati bambini» Al Dino Risi di Trani, domenica prossima, il concerto “L’arte del clarinetto” Domenica prossima, a Trani, "Concerto per una sera" «Trani perla dell'Adriatico», lunedì prossimo torneo giovanile al Ponte Lama Trani si prepara alla sua seconda festa patronale: il programma del Santissimo Crocifisso di Colonna Trani, la zona umida di Boccadoro sarà aperta anche il 1mo maggio. Tutte le info “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, la biblioteca compie 149 anni. Fino al 31 maggio, mostra di alcuni volumi recuperati da palazzo Vischi Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Villa di Trani, rotto un lucernario: c'è pericolo sulla sommità del fortino Processione dell’Addolorata a Trani, per il ripristino del basolato spesi 10.000 euro Bottaro e le maschere: aspettando che la sua maggioranza la getti domani, lui se la infila sul Supercinema e ammonisce: «Penso solo ai problemi di Trani» Differenziata a Trani, il porta a porta «food» ancora non ha fatto la differenza: a marzo, 23 per cento 25 aprile, la giunta regionale approva il protocollo per l’osservatorio sui neofascismi «Puglia partecipa», nessuna richiesta dal Comune di Trani
PUBBLICITA' Ufficio 2000