Differenziata a Trani, il porta a porta «food» ancora non ha fatto la differenza: a marzo, 23 per cento

L'avvio della raccolta differenziata porta a porta per il settore "food", relativa a metà del territorio comunale, non ha portato per il momento i benefici auspicati.

Infatti, a marzo, Trani ha chiuso con una percentuale di differenziata del 22,97 per cento, che è addirittura inferiore a quella con cui si era chiuso il mese di gennaio, quando la percentuale era stata del 23,71 per cento. A febbraio vi era stato un calo di due punti percentuali ed il dato parlava di 21,71 percento.

Per la verità, la differenziata porta a porta è iniziata Il 18 marzo e, quindi, l'incidenza potrebbe essere stata minima.

Tuttavia, considerando che siamo in presenza di due settimane, ci si sarebbe aspettati una percentuale superiore rispetto a quella rilasciata sul portale ambientale della Puglia.

Intanto, rispetto a febbraio, è salita anche la produzione procapite di rifiuti, pari a 42,58 chilogrammi per cittadino (37,30 a febbraio), mentre il totale dei rifiuti prodotti è stato il più alto dei primi tre mesi con 2.278.710 chilogrammi, di cui soltanto 523.530 di raccolta differenziata ed il resto destinato allo smaltimento presso la discarica Cisa di Massafra.

Si mantengono stabili anche i dati delle varie frazioni dei rifiuti, con particolare riferimento a carta e cartone (che fanno registrare insieme 135.000 chilogrammi), vetro (84.000), plastica (53.000).

Il porta a porta in corso sta rigurdando circa 400 utenze non domestiche fra alberghi con ristorante, banchi di mercato di genere alimentari giornalieri, bar, caffè, pasticcerie, mense, birrerie, hamburgherie, ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio, plurilicenze alimentari e/o miste, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, stabilimenti balneari, supermercati, panifici, macellerie, salumerie, generi alimentari.

Ricadono tutte nella «zona di startup 1», che fa riferimento a lungomare e dintorni e ad un elenco composto di 23 piazze, 78 vie e 43 vicoli e che comprende, tra le altre, le contrade Fontanelle e Le paludi, i corsi Imbriani, Regina Elena e Vittorio Emanuele, il cortile Porta antica, i larghi Caduti di tutte le guerre e Chiarelli, litoranea di Colonna, lungomari Cristoforo Colombo e Mongelli, molo Grande e molo Santa Lucia.

Le raccolte pomeridiane sono tutte di organico e imballaggi di cartone, tutti i giorni tranne la domenica, quando è prevista la sola raccolta dell'organico.

Le frazioni variano, invece, per la raccolta mattutina: il lunedì plastica, metalli e vetro; il martedì non riciclabile; il mercoledì plastica, metalli e vetro; il giovedì non riciclabile; il venerdì carta; il sabato plastica metallo e vetro; la domenica non riciclabile.

Nel calendario estivo la raccolta pomeridiana resta invariata rispetto a quella invernale, mentre si rafforza quella mattutina, che prevede il ritiro dell'organico tutti i giorni, insieme con le tipologie già precedentemente richiamate lasciandone invariato il calendario.

Si attende a questo punto di conoscere il bilancio di aprile, quando è iniziata la raccolta differenziata porta e porta estiva con il raddoppio del ritiro dell'organico: potrebbe essere questo il dettaglio pronto a fare la differenza. Allo stato, tuttavia, la parola d'ordine è «cautela».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Trani, chiuso il consiglio comunale con una nuova raffica di debiti fuori bilancio, da 24.700 euro Nuovo stadio di Trani in periferia e palazzi al posto del Comunale: «Chiavi della città», Giancaspro avrebbe avuto «mire immobiliari» «Chiavi della città», il difensore del sindaco di Trani: «Dimostreremo agli inquirenti la correttezza dell'azione amministrativa» «Chiavi della città», oggi l'interrogatorio di garanzia di Giancaspro. Nei giorni a seguire gli altri quattro «Chiavi della città», M5s: «Quante coincidenze, ma ci auguriamo davvero che il sindaco di Trani sia estraneo alle accuse» Trani, sasso dal cavalcavia prima di Boccadoro: parabrezza sfondato, ma conducente pressoché illeso Elezioni europee, «impresa» di Forza Italia a Trani: si fa bollare come abusivi quattro manifesti su sei Attacchinaggio a Trani, proroga fino a maggio Amministrative 2020, presentata la lista civica “Trani sociale” Volley serie C femminile: Il Castellaneta vince anche gara due e vola in B2. Per l'Adriatica Trani ancora una possibilità per ottenere il salto di categoria Judo Trani, ottimi risultati ai campionati italiani Tante medaglie per la New Accademy Judo Trani al Torneo Nazionale CSEN di Bari È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Rinascita» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Al Santo graal di Trani, venerdì prossimo, tributo ai Coldplay Trani religiosa, i solenni festeggiamenti in onore di Santa Rita da Cascia A Trani, oggi, nuova lectura Dantis «Il genio, 500 anni di meraviglia», tanti eventi collaterali a palazzo Beltrani. Domani, «Le donne, i cavalieri, l’arme, gli amori» “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Musica e passione nel centro storico di Trani con «Studenti in piazza». La Polizia seda rissa fra tre minori, estranei alla manifestazione Si schianta nell'aiuola, ma fa retromarcia e se ne va senza chiamare alcuno: Trani, incidente «fantasma» in via Tasselgardo Trani, in viale Russia abbattuti tre salici. Interrogazione del Movimento 5 stelle «Chiavi della città», i parcheggi a pagamento del Bari finanziavano il Trani: con i contanti si pagavano i calciatori «Chiavi della città». Giancaspro avrebbe sottratto dal Bari, in favore del Trani, 307mila euro Elezioni europee, tutte le info. Trani sarà l’unico comune della Bat che trasmetterà telematicamente i dati elettorali in Prefettura Trani, l'assessore Cormio incontra il terzo settore: appuntamento martedì prossimo Danni alle coltivazioni causati da maltempo, Anci Puglia chiede supporto alla Regione Mondo digitale e ragazzi, interessante incontro nella biblioteca di Trani
PUBBLICITA' Lido Mongelli