La battaglia di Tomasicchio non si ferma: «Chiuso il Pronto soccorso senza avere ancora organizzato il servizio alternativo. Così, a Trani, si nega il diritto alla salute»

Il mio post sulla situazione della Sanità pubblica a Trani e sulla chiusura del Pronto Soccorso ha provocato numerose reazioni, alcune incredibilmente scomposte, nervose e, persino, livorose. Non sarò, naturalmente, tanto ingenuo da pensare alla casualità dello scadente fuoco concentrico destinato allo scrivente ma, pur nella sua pochezza, esso merita alcune ferme precisazioni.

  1. Taluni hanno replicato sui fatti attribuendomi cose mai dette e si sono lanciati in attacchi personali sul sottoscritto senza neanche conoscere né me né il mio ( modestissimo ) curriculum.
  2. Mi hanno accusato di avere puntato il dito contro gli addetti al 118. Nulla di più falso ! Non ho mai inteso accusare gli operatori del 118, molti dei quali conosco ed apprezzo per l’abnegazione e lo spirito di sacrificio con cui operano, in condizioni spesso impossibili. Ciò che ho duramente contestato e contesto è LA NEGAZIONE DEL DIRITTO ALLA SALUTE in danno della Città di Trani: la chiusura truffaldina del nostro ospedale e, poi, quella del Pronto Soccorso ( per ragioni esclusivamente politiche ) negano un diritto che ad altre città, certamente non superiori a Trani per alcun requisito, è stato viceversa riconosciuto. E così accade che, a fronte della chiusura dell’ospedale di Trani, rimangano aperti – ad esempio -  quelli di Bisceglie e Canosa, e salga addirittura di livello quello di Corato : e la ragione è esclusivamente quella della “ tutela “ politica assicurata a quelle città dai loro rappresentanti parlamentari o regionali, in violazione di norme inderogabili, che legittimerebbero queste decisioni soltanto in presenza di adeguate ed obiettive, ma nella fattispecie inesistenti, motivazioni.
  3. Al danno, nel caso di Trani, si è aggiunta la beffa : in una nazione seria, prima si organizzano le ambulanze, i medici, gli infermieri, gli operatori e le attrezzature, poi si chiude il Pronto Soccorso. Viceversa, a Trani la ASL prima ha chiuso il Pronto Soccorso e poi, a dire dell’invisibile consigliere regionale, sta ancora tentando di organizzare il Servizio ! Il che la dice lunga sulla inadeguatezza della dirigenza della ASL
  4. Accade così che il 7 giugno scorso una signora cade in via Malcangi e l’ambulanza ( non per colpa degli operatori del 118, ripeto, ma per la inadeguata organizzazione del servizio e la insufficiente dotazione di medici ed operatori ) arriva dopo oltre venti minuti e, come al solito, da Andria : i parenti avevano chiamato i Carabinieri, non vedendo arrivare l’ambulanza. Si trattava di una 66enne, già infartuata e con sospetta frattura. Il 22 luglio una anziana viene investita in Piazza della Repubblica : è ferita, inizialmente sembra non rispondere ai primi occasionali soccorritori, viene chiamata l’ambulanza. La quale, more solito, arriva dopo poco più di venti minuti e sempre da Andria. Così come succede che una signora ( mi racconta sua figlia ) cada in casa ed a Trani le venga detto di non poter eseguire la radiografia poiché il personale era tutto impegnato nella esecuzione delle mammografie prenotate da tempo. Risultato : la paziente viene portata a Barletta, dove viene curata dopo 6 ore di attesa…   In Tribunale, lo scorso 2 luglio, riferisce il collega avv. Moscatelli, si sarebbe verificato un episodio analogo : malore di un uomo e soccorsi giunti dopo mezz’ora.
  5. Il sottoscritto si indigna e denunzia pubblicamente  l’episodio del 22 luglio, con chiaro riferimento ( chiaro per tutti i tranesi, ma evidentemente non per la ASL, né per l’invisibile consigliere regionale tranese né per un infermiere che si è espresso senza neanche conoscermi ) al fatto che, se ci fossero state a Trani almeno le due ambulanze promesse, forse i soccorsi sarebbero stati più tempestivi e non sarebbero dovuti arrivare da Andria.
  6. Conseguenza : replica ( comprensibile ) della ASL, che non risponde mai nel merito ma cerca di spostare l’attenzione su altri problemi e mi attribuisce un attacco agli operatori del 118 che non ho mai portato, seguono i corìfei della ASL, che si lanciano in accuse ridicole ed, in qualche caso, addirittura personali, senza neanche conoscere il sottoscritto.
  7. A tutti rispondo : visto che mi accusate addirittura di incompetenza ( e, soprattutto quando mossa dall’infermiere, l’accusa mi onora ), ricordo a Voi tutti che le linee guida del Sistema dell’Emergenza in Sanità ( DPR 27.03.1992, condivise dal SIS 118 del 2012 ) prevedono che i soccorsi giungano in otto minuti in area urbana ( cioè in citta ) e venti minuti solo se si deve intervenire in area extraurbana.
  8. La conclusione mi pare sia che se i soccorsi arrivano  dopo o al limite dei venti minuti, il Sistema non funziona come dovrebbe. Allora, chiedo ufficialmente alla ASL BAT di comunicare pubblicamente le mediane dei Tempi di Intervento delle ambulanze prima e dopo la chiusura del Pronto Soccorso di Trani : solo questi dati ci potranno confermare o meno la funzionalità del servizio.
  9. Altra osservazione doverosa è che la ASL e la Regione avevano sottoscritto con il Comune il famoso Protocollo di Intesa nel 2016 che prevedeva il PPTI a Trani, con la promessa di due ambulanze medicalizzate : dopo tre anni dalla firma del Protocollo e dopo la chiusura del Pronto Soccorso, ce n’è una sola. L’invisibile consigliere regionale, nell’attaccare la mia denunzia, afferma che : a) oramai per l’Ospedale non c’è più niente da fare ; b) che le ambulanze starebbero per arrivare ; c) per le attrezzature sarebbe in corso la gara di appalto. Con ciò, ingenuamente, ammette che abbiamo ragione noi : a Trani non ci sono ancora né le 2 ambulanze né le attrezzature necessarie. Dopo ci diranno che stanno indicendo ancora i concorsi per assumere i medici ? Ed, in ogni caso, io non mi rassegno alla definitività della chiusura del nostro Ospedale. Posso farlo, o devo chiedere il permesso all’invisibile consigliere regionale o all’infermiere ? O devo rassegnarmi a pensare che i cittadini di Canosa e Bisceglie abbiano più diritti di TRANI ?
  10. In tutto questo brilla, per la sua assenza e la sua totale mancanza di peso politico, il Sindaco di Trani : si era solennemente impegnato a far intervenire il Presidente Emiliano in Consiglio Comunale per discutere della vicenda Pronto Soccorso e, dopo un anno e mezzo, nessuno lo ha visto. Viceversa, sono bastate 24 ore di proteste ed Emiliano si è precipitato nel Consiglio Comunale di Bisceglie…
  11. Io continuerò a lottare ed a denunziare, non mi arrenderò.
  12. Da ultimo, vorrei tranquillizzare l’infermiere che, nel suo comunicato dell'altro ieri, mi ha tacciato di incompetenza. Ed  ha ragione: sono soltanto un modesto avvocato amministrativista, difensore anche di alcune fra le maggiori strutture ospedaliere della Puglia, possiedo un titolo di Alta Specializzazione post lauream in Diritto Sanitario e, per quel che serve, sono anche Ufficiale del Corpo Militare della Croce Rossa. Non sono riuscito a fare di più e me ne scuso con lui.
CONDIVIDI
PUBBLICITA' Progetto Udito

Notizie del giorno

Dona entrambi i reni e le cornee, il gesto d'amore della famiglia di un 43enne tranese Commette un furto in un'abitazione e cerca di rivendersi alcuni monili in oro: bloccato un pregiudicato tranese Sequestri ed elevate sanzioni amministrative in materia di pesca nel porto di Trani Dopo i plinti arrivano le colonnine: i primi parcometri sul corso, in piazza Sarro, via Giovanni Bovio e via Aldo Moro Il Comune di Trani cerca un componente interno, a titolo gratuito, per l'ufficio procedimenti disciplinari «Le cinque giornate di Trani», domani lavaggio e igienizzazione nel cuore del centro storico La scrittrice tranese Valeria Mancini a "Libri nel borgo antico" di Bisceglie Vigor Trani-Unione Calcio Bisceglie per il primo turno di Coppa Italia di Eccellenza pugliese L'Adriatica Trani conferma la centrale Alessia Dileo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Logos Festival, oggi a Santa Geffa tre appuntamenti con danza, poesia e Cavo Fest Alla libreria Miranfù il workshop artistico "Libri dal mare" Logos festival di Trani, stasera «Danzasia» con Stefania Armentano e Silvia Cassetta Cavo Fest, stasera a Santa Geffa una data fuori programma con Pyramiden e Mimmo Campanale Cyberbullismo, venerdì conferenza tematica e presentazione di un libro all'A.N.M.I. di Trani Trani, al Santo Graal venerdì "Giù le mani dalla zia" e domenica la tribute band dei Beatles Arsensum, continuano le mostre in città. Prossimi appuntamenti sabato e domenica in via Mario Pagano Le iniziative della Pro loco per l'estate: domenica prossima, fuori porta in Alta Murgia Non ci si perde in un labirinto se, a guidarci, è l'arte: a Palazzo Beltrani, fino al 6 settembre, la mostra «Imaginarium» "Trani T'Incanta", tra gli appuntamenti tante mostre fotografiche: ecco le prossime Litorale tranese, Legambiente alla commissione ambiente: «Serve un serio piano coste» I volontari dell'associazione "3Place" ripuliscono il lungomare Mongelli dai rifiuti abbandonati Accessi al mare, Loconte (Inc): «Con Bottaro è peggiorata anche la situazione sulla costa sud» Parcometri in città, per il M5S di Trani ci sono molti aspetti ancora da chiarire Cattivi odori in città, scoperta la causa: guasto ad un'azienda di lavorazione di sottoprodotti animali e vegetali Apulia Trani, Michele Di Marzo nuovo allenatore delle biancoazzurre Apulia Trani, aperte le iscrizioni per i corsi di calcio giovanili La Fortitudo Trani diventa Polisportiva: aperta anche una sezione volley "Città animate", ritorna l'animazione di strada di Xiao Yan. Appuntamento oggi in via Giovanni Bovio AGGIORNATO: «Le cinque giornate di Trani»: guasto meccanico alla lavastrade, rinviata l’attività prevista per oggi Festa nel quartiere di via Corato per San Magno vescovo e martire Ristrutturazione strategica di Amiu, Laurora (Iic): «Inadempimenti per gli sviluppi della parte impiantistica» Ringhiere del lungomare, Barresi: «Sono già arrugginite. Ho chiesto di contestare il lavoro» Domani nuovo trattamento di disinfestazione da parte di Amiu È morto l'attore Cosimo Cinieri, due anni fa ospite del circolo Dino Risi di Trani Auser Trani, il bilancio finale della rassegna estiva "Aperti x ferie" Verso la Festa dei popoli, la serata sarà animata dal gruppo Radicanto. Le informazioni per partecipare Termina oggi la mostra del fumettista Disney, Giuseppe Sansone, al Polo Museale Parcometri, iniziata questa mattina l'installazione dei plinti Trani, tentano di rapinare un commerciante al rientro a casa: malviventi messi in fuga dall'accorrere dei residenti Impianti sportivi di Trani, lo stadio torna alla Vigor. Doppietta Fortitudo, che resta al PalaAssi e lascia il Palaferrante all'Adriatica Trani, segnali abbattuti e dimenticati: i casi delle vie Tasselgardo, Primo Capirro e Duchessa d'Andria Adriatica Trani più competitiva in regia con l'ingaggio di Cristina D'Agostino Successo ieri sera per la tappa tranese del "Radio dj one two one two" «Open arms, basta con queste disumane provocazioni»: la Diocesi di Trani raccoglie e rilancia l'appello di don Ciotti e don Ricchiuti Ringhiere, sottopasso e Amiu: le perplessità di Anna Maria Barresi I primi venti parcometri di Trani arriveranno da Genova: il noleggio per undici mesi costerà 8mila euro Logos Festival, la parola si fa comicità: venerdì scorso a Santa Geffa lo spettacolo di Alessandro Schino Santo Graal di Trani, oggi omaggio a Stevie Wonder Musica e divertimento con il "Radio Deejay one two one two". Appuntamento oggi sul porto di Trani I grandi del jazz a Palazzo delle Arti Beltrani a Trani, oggi il Nico Morelli Trio Lega navale di Trani, oggi nuovo incontro culturale Fino ad oggi la mostra collettiva di Arsensum nello chalet della villa comunale di Trani Al centro d'arte Michelangiolo, la mostra di pittura "Frammenti di luce" di Aniello Palmieri È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Arrivano» Boccadoro, Legambiente Trani torna a smentire la «sua» Goletta anche in Quarta commissione: «Mare non inquinato, il nostro rilancio di quell'area continuerà» A settembre parte il Trani Film Festival 2019 Per la primaria della Papa Giovanni XXIII si propongono due congregazioni ed un costruttore: il Comune di Trani dovrà scegliere fra via Stendardi, San Paolo e via De Gemmis Il Liceo delle scienze umane si unisce alla casa madre: la nuova sede sarà in piazza D'Agostino, nell'immobile Verdemare Pon al circolo Beltrani, la scuola cerca un esperto per il progetto “La bella Trani” Trani religiosa, le immagini più belle della festa dell'Assunta Forza Italia Trani, nominato il nuovo direttivo: a lavoro per individuare candidato sindaco e programmi Il gioco non si getta via ma si ricicla: ieri il mercatino dei giocattoli organizzato da Xiao Yan Dispersione scolastica, dalla Regione un contributo di 200.000 euro per le scuole superiori. Per la Bat finanziabili due progetti
PUBBLICITA' Progetto Udito