Incrocio viali Spagna-Europa, lavori affidati ad una ditta di Brescia: la messa in sicurezza costerà 21mila euro

Sarà la ditta Detas, di Rezzato, in provincia di Brescia, ad eseguire i lavori di ammodernamento e potenziamento della segnaletica stradale attraverso, segnaletica luminosa intelligente, presso l'incrocio tra viale Spagna e viale Europa, da noi già diffusamente anticipati.


L'impresa è stata individuata sulla piattaforma del Mercato elettronico della pubblica amministrazione, quale migliore offerente al ribasso rispetto al prezzo a base d'asta di 24.000 euro, impegnato dal dirigente della Polizia locale, Giovanni Didonna: l'importo di aggiudicazione, Iva compresa, è stato di 21.974 euro.


Dunque, il Comune di Trani si appresta a mettere in sicurezza un luogo ritenuto molto pericoloso, nel quartiere Sant'Angelo, soprattutto per gli attraversamenti pedonali. L'incrocio nasce ai piedi del cavalcaferrovia e si trova in un'area ad alta densità di popolazione ed interessata giornalmente da una moltitudine di veicoli che attraversano quell'arteria, poiché si interseca con chi si dirige e proviene da Andria, Corato e Strada statale 16 bis. «Tale ingente flusso di veicoli crea una situazione di forte insicurezza - fa notare il dirigente - e mette a repentaglio l'incolumità di chi ci abita. Considerando principalmente l'utenza vulnerabile, costituita in particolare da bambini e anziani».


L'incrocio largo 12 metri e 90 centimetri, sprovvisto di spartitraffico centrale, è utilizzato maggiormente dalle utenza deboli, soprattutto bambini, che si recano presso l'unica parrocchia insistente nella zona vale a dire Santa Maria delle Grazie, ubicata in via Giuliani. Nelle ore serali e notturne, di scarsa visibilità, gli attraversamenti pedonali devono essere opportunamente illuminati e segnalati, «ed è proprio sui passaggi pedonali - si legge nel provvedimento - che avvengono la maggior parte dei sinistri: infatti, il pedone sulle strisce si sente sicuro, ritenendole uno spazio a lui dedicato, diminuendo così l'attenzione nei confronti dei veicoli in transito. Ma questa - si considera nella determinazione dirigenziale - è solo una delle cause di investimento dei pedoni sugli attraversamenti pedonali. In altri casi concorrono la conformazione stradale ed anche la scarsa illuminazione. Pertanto, per rendere più sicuri i passaggi pedonali, è fondamentale segnalarli adeguatamente illuminando il piano orizzontale, per evidenziare l'attraversamento. Un'illuminazione limitata ad una stretta striscia intorno all'area di attraversamento contribuisce in modo rilevante a richiamare l'attenzione dell'automobilista nell'approssimarsi dell'attraversamento pedonale».


Di conseguenza, l'amministrazione comunale ha disposto di mettere in sicurezza l'incrocio, attraverso una nuova segnaletica stradale luminosa ed intelligente, proprio a tutela degli utenti della strada, siano essi conducenti di veicoli, sia pedoni. L'intervento richiamerà alcuni già effettuati in altre zone della città, come per esempio via Malcangi e viale Spagna, ma questo, anche a giudicare dall'importo sarà decisamente più elevato dal punto di vista strutturale, prevedendo un'illuminazione puntuale ed anche un'adeguata segnaletica orizzontale e verticale, quest'ultima con strisce di attraversamento in materiale termoplastico, resistenti e durature, così che tutto renda davvero a prova di incidente l'incrocio in questione.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

FOTO e VIDEO. Trani «invasa» da centodieci Ferrari: «Cavalcade 2017» accende di rosso e motori la città Trani, per "Fuori museo 2017" domenica 9 luglio in piazza Duomo un ospite a sorpresa Debutto discografico per la dj di Trani Rossana Pellegrino, in arte "Rossana Fox" I disabili potranno «vivere il mare» della "Baia del pescatore": consegnata alla Città di Trani la pedana di accesso alla spiaggia Valorizzazione, razionalizzazione e dismissione del patrimonio pubblico: firmato protocollo tra Comune di Trani e Demanio Dissequestrati tutti i beni di Salvatore Di Gioia: fra questi, anche un cantiere navale a Trani Trani, più sicurezza al passaggio a livello: montati i dissuasori per non attraversare i binari Emergenza abitativa, a Trani sempre più cittadini non riescono a pagare il fitto Skating Trani, domani "Gran galà sotto le stelle" presso il PalaAssi “DigithON” 2017, dal “De Sanctis” di Trani due progetti: “Ootd – Outfit for the day” ed “Enigma” Manifestazioni, oggi porto di Trani chiuso dalle 20 all’una La Madonna di Fatima pellegrina a Trani da oggi a domenica: sarà ospite dello Spirito Santo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Essere nonni: a Trani, corso di formazione. Incontri domani e martedì prossimo Trani religiosa, domani Aurelio Carella e Vincenzo Giannico saranno ordinati sacerdoti Rassegna "Strani incontri", domani Massimo Onofri con "Benedetti toscani, pensieri in fumo" «La vera storia di un marinaio»: domani sera, all'Anmi di Trani, la presentazione del libro di Ferdinando Scavran Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: fino a domani, Stefano Balzano "Novantanove borghi, racconto di Puglia": domenica prossima giornata dedicata a Trani Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Lungomare di Trani, scompaiono le panchine in ferro: saranno sostituite da nuove in pietra Ruzzola per le scale del palazzo di città: 73enne in codice rosso al Policlinico Feste e concerti, la Prefettura di Barletta-Andria-Trani dispone un maggiore controllo delle forze dell'ordine DigithON 2017, da Trani anche Filippo e Fabrizio Granieri con “Latchee”. E c’è pure “Power up” “Trani è nostra”: il Vademecum del buon cittadino Voto di scambio, cinque condanne a Bari. Le indagini furono condotte da un Pm di Trani
PUBBLICITA' Barbayanne