Caso Lampare al fortino, il Gip chiede di imputare Trani a capo per diffamazione

L'ex candidato sindaco e portavoce del movimento Trani a capo, Antonio Procacci, e i consiglieri comunali Aldo Procacci Maria Grazia Cinquepalmi saranno rinviati a giudizio per effetto della richiesta del Giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Trani, Raffaele Morelli, all'indirizzo del pubblico ministero, di imputare per diffamazione i tre rappresentanti del movimento politico.


Il procedimento nasce dall'attività politica che Trani a capo spese, dal 2016, sulla vicenda dei canoni non versati dal conduttore della chiesa di Sant'Antuono, di proprietà comunale, presso la quale ha sede un famoso ristorante.


La società denunciò i rappresentanti ed il movimento politico per diffamazione e rivelazione di segreti d'ufficio, ma il pubblico ministero aveva richiesto l'archiviazione.


Il Gip, invece, accogliendo l'opposizione della società, difesa dall'avvocato Giuseppina Chiarello, ha chiesto al sostituto procuratore titolare del fascicolo di formulare l'accusa di diffamazione, mentre invece è pienamente archiviata quella di rivelazione e utilizzazione di segreto d'ufficio, altresì riproposta dal difensore della società.


Nel merito della questione sollevata dal movimento, il Gip fa notare che, «relativamente alla dichiarata assenza del rilascio di una autorizzazione da parte della soprintendenza (secondo quanto riferito da Trani a capo, ndr), trattasi di circostanza smentita dalla mole di documentazione allegata dal denunciante».


In un provvedimento del 14 febbraio 2006 la Soprintendenza «rilascia l'autorizzazione per la realizzazione di una struttura per la ristorazione, documento dal quale - sottolinea il Gip - si desume la perfetta consapevolezza dell'ente circa la destinazione del bene pubblico».


Altresì, il 14 dicembre 2016, arriva anche una nota della Guardia di finanza, che rileva che «l'iter seguito per la realizzazione della struttura per la ristorazione rispecchia quanto previsto per legge, e la gestione della stessa non evidenzia alcune irregolarità». Tali circostanze, a detta del Gip, il movimento non le avrebbe riferite.


Secondo quanto disposto dal Gip, l'atitvità politica del Movimento Trani a capo, insistendo ripetutamente su fatti appartenenti al passato e già cristallizzati, si profilerebbe come denigratoria e strumentale per un diverso fine politico, nonostante l'organismo civico si interessasse, contemporaneamente, anche ad altre simili vicende di conduttori morosi.


Diversamente, per l'altro capo di imputazione, «non sussistono i presupposti per ritenere configurabile il reato come richiesto dal difensore - scrive il Gip -, avendo gli indagati dato conto, tenuto conto delle loro rispettive qualità, delle modalità di acquisizione dei documenti.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Game People

Notizie del giorno

«Piazza Mazzini, stendiamo un detergente pietoso»: Trani, è volontariato anche nell'igiene urbana Trani, «Residence stazione» con vista binari: sempre troppo rischio per i bimbi che giocano Mai più podisti sulla vecchia 16 fra Trani e Bisceglie: «Allargamenti non più sicuri», ponte Lama vietato ai pedoni Servizi pubblici a Trani, Lima (Fdi): «Troppo tempo per definire le gare, e intanto si va avanti con le proroghe» Estate di Trani, c’è il contributo per “La settimana medievale”: 5.717 euro, di cui 4.717 di finanziamento regionale Dialoghi di Trani, il programma di oggi Messale ritrovato, il video della conferenza al Polo museale di Trani Un progetto per bambini dell’Uganda, del Rotary club di Trani, al Multi club workshop di Matera Sicurezza in ambito ferroviario, riparte il progetto per gli studenti “Train to be cool” Fondi sviluppo rurale, Confagricoltura Bari e Barletta-Andria-Trani: «C’è il rischio di perderli» Santo Graal di Trani, domani omaggio a Lucio Dalla Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Riapre a Trani il River Beer con tante novità e la musica dal vivo. Nuovo appuntamento, oggi La Compagnia dei Teatranti propone il corso di teatro a cura dell’attore di Trani Enzo Matichecchia. Open day, domani Sabato 29 e domenica 30 settembre la Trani night run e la Tranincorsa Come scrivere un curriculum efficace: incontro oggi a Trani Mese mondiale Alzheimer, oggi a Trani il progetto “Piedibus” Dialoghi di Trani, il programma di domani Dialoghi di Trani, domani il giorno del premio Fondazione Megamark: ospiti, Veronica Pivetti e Mario Marchetti, presidente del premio Calvino Trani, domani edizione speciale del "Cavo fest" "Il caso Moro tra i fatti e la verità": incontro a Trani domani con Gero Grassi Servizio civile con Xiao Yan, domani a Trani incontro conoscitivo Trani, domani don Vinicio Albanesi con “Una serata insieme a Luca” Sabato prossimo al Vecchi di Trani la seconda edizione del premio “Mauro De Benedictis” Dialoghi di Trani, prosegue "Dialokids", la rassegna per i più piccoli. Prossimo appuntamento, sabato Sabato prossimo a Trani concerto di Enzo Di Napoli e Manolo, dei Gipsy Kings Giornate europee del patrimonio, sabato prossimo all’Archivio di Stato di Trani presentazione del libro “Profumo d’incenso e fumo di cannone” Sabato prossimo, a Trani, "Aperitivo al museo" Settembre, mese mondiale dell’Alzheimer. A Trani, screening gratuiti fino a sabato Domenica prossima a Trani sfilata canina Dialoghi di Trani, De Caro ricorda Vassallo e invoca rispetto delle regole: «Fare pagare il biglietto sul bus è una prima battaglia di civiltà» Dialoghi di Trani, Bottaro: «Un patrimonio dell'intero territorio». Pomarico: «Sì, ma noi privati abbiamo bisogno di partecipazione e sostegno» Dialoghi di Trani, la «sana follia» declinata da Borgna: «Una forma di vita alternativa per vincere le paure delle esperienze comuni» VIDEO. Cava fumante un anno dopo, durante il sopralluogo arriva l'assessore: «Siamo davvero a buon punto, attendiamo indicazioni dalla Procura di Trani» Cava fumante un anno dopo, il Comune di Trani informa i cittadini e pubblica i documenti non secretati
PUBBLICITA' Fondazione Seca