Scacco agli estorsori, il Pm Maralfa: «Da Dolmen a Point break, quella mafia che non ha mai lasciato Trani»

Il riconoscimento del metodo mafioso per gli imputati condannati al termine del rito abbreviato, conclusosi ieri nell'aula bunker di Bitonto, rappresenta il risultato più significativo ottenuto dal pubblico ministero, Giuseppe Maralfa, sostituto procuratore presso la Dda di Bari e titolare del fascicolo «Point break» sugli estorsori di Trani insieme con il collega della locale Procura, Marcello Catalano.

Nella sua lunga e dura requisitoria, precedente all'emanazione della sentenza, Maralfa, per dimostrare la fondatezza di tale accusa, condivisa dal giudice, aveva richiamato importanti precedenti nella cronaca della criminalità del territorio

«Lo stampo mafioso del sodalizio ruotante intorno alla carismatica figura di Vito Corda - aveva detto - si fonda nella circostanza che lo stesso è stato costituito e ha operato in un'area del territorio pugliese, Trani, in passato indiscutibilmente infestata da organizzazioni di tipo mafioso. Il tutto così come emerge dalla storica sentenza del processo Dolmen, emessa il 28 gennaio 2006 dalla Corte d’Assise di Trani».

A detta di Maralfa, sarebbe stato fuori di dubbio «che l’organizzazione oggetto di indagine, e dunque il considerevole numero di soggetti componenti la stessa, abbia capitalizzato la violenza seminata sul territorio di Trani dal famigerato clan di Annacondia, utilizzando quella violenza come propria risorsa al fine di esercitare l’intimidazione tipicamente derivante dal vincolo associativo ed ottenere l’assoggettamento omertoso di un vasto settore del corpo sociale tranese».

Maralfa ha fatto più volte riferimento ad Annacondia nel corposo fascicolo, «per evidenziare come, a far data dall’ascesa criminale di Stumpill - o Mano mozza che dir si voglia - si sia andata consolidando in Trani una infiltrazione malavitosa del territorio precedentemente non conosciuta e, secondo questo pubblico ministero, capitalizzata anche da Corda Vito e sodali».

A detta della pubblica accusa, insomma, Corda e soci «inducevano le vittime a percepire l’esistenza di un gruppo capace di assoggettare il territorio proprio come una congregazione di stampo mafioso, in una città che subisce la mafia sin dai tempi dell’Annacondia».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Fondazione Seca

Notizie del giorno

Centro storico di Trani, ecco il quarto varco: è in fase di montaggio in via Porta vassalla. A giorni sarà attivo VIDEO. Addio a Luigi Di Filippo, ultimo superstite del mancato rastrellamento nazista del 18 settembre 1943 a Trani Natale di Trani, confermati i tre mercati di 16, 24 e 31 dicembre Allargamento della strettoia di Pozzo piano, il consiglio comunale di Trani dice sì. E sui tempi, Bottaro azzarda: «Dopo l'estate» Trani, il consiglio comunale dice «sì» alla libera concorrenza tra le imprese del servizio funebre Consiglio comunale di Trani, approvato il Piano comunale per il diritto allo studio. Nodo, i bus troppo vecchi Consiglio comunale di Trani, Bottaro risponde alle accuse e aggiunge: «Sul tetto del Supercinema, è stata chiesta una proroga» Consiglio comunale di Trani, nei preliminari tutti esperti di potatura. Barresi accusa: «Nell'ufficio ragioneria, i dipendenti giocano al pc» Caso quinta commissione, rinviati a giudizio cinque ex consiglieri comunali ed un medico Il Club per l'Unesco di Trani premia gli studenti vincitori del concorso "Agire i diritti umani" Oggi al "D'Annunzio" di Trani «Con un naso rosso, rido a più non posso» Santo Graal di Trani, venerdì prossimo tributo a Jovanotti Oggi e domani nella chiesa San Giuseppe appuntamenti natalizi a cura di alcune scuole di Trani “Trani sul filo”: domani conferenza stampa di presentazione della prima edizione della rassegna Domani nell'Università popolare Santa Sofia di Trani si parlerà di diritti umani A Trani il teatro va a braccetto con i libri: dall'11 gennaio, la nuova rassegna dell'Impero con tre spettacoli in cartellone “Sere d’incanto 2018” a cura della Fondazione Seca di Trani: fino al 6 gennaio la mostra “Presepi dal mondo” Trani religiosa, i festeggiamenti in onore di Santa Lucia Natale di Trani, fino al 30 dicembre collettiva d'arte presso l'associazione Arsensum Enrico Vanzina a Trani: sarà ospite, venerdì prossimo, al circolo Dino Risi. Con lui, anche il ritorno di Marco Risi «Coni day», venerdì prossimo manifestazioni a Barletta e Trani Sabato prossimo, a Trani, presentazione del libro “Liberi dagli artigli” «Otto - L'abisso di Castel del Monte»: sabato prossimo a Trani presentazione del libro e inaugurazione della mostra A palazzo Beltrani, “Dicembre in musica”: ultimo appuntamento, sabato prossimo A Trani, sabato prossimo, la prima edizione di "Natale per le strade di Sant'Angelo" Fino al 16 dicembre, a palazzo Beltrani, esposizione di Toni D’Addato Vent'anni dalla morte di Ivo Scaringi: a Trani, fino a fine anno, mostra collettiva a lui dedicata presso la galleria Michelangiolo Natale di Trani, dieci eventi per bambini fino al 16 dicembre Prosegue la mostra “Ferruccio Maierna: scultura, design, gioielli” Trani, i «cubotti della solidarietà» in vendita alla Papa Giovanni XXIII È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «E questo?» Fallisce anche la Torelli: era l'ultima sciala sul lungomare di Trani FOTO. E l'ex sciala De Simone è già un luogo di devastazione: sul lungomare di Trani ecco lo «Psicopedagogico bis» Addio Damiano Carola, il cultore di Trani che non amò i riflettori ma solo la sua città Fine del conto alla rovescia: da lunedì prossimo anche Trani avrà la carta d'identità elettronica. Tutte le info
PUBBLICITA' Progetto Udito