Taser alla polizia, Mastrulli (sindacato Cosp): «Serve anche agli agenti penitenziari. Troppe aggressioni»

Nonostante le numerose aggressioni perpetrate ai danni del personale appartenente alla polizia penitenziaria, accompagnate da tentativi di evasione che si verificano durante le attività di trasferimento dei detenuti, l’episodio di Campobasso, balzato di recente agli onori della cronaca, gli eventi di Livorno e Barcellona pozzo di gotto, andrebbero considerati in un quadro di estrema precarietà che caratterizza il lavoro del personale, condizione peraltro aggravata da inaccettabili turni di lavoro, tensioni e soprattutto stress.

Il provvedimento disciplinare di sospensione temporanea di cui è stato oggetto l’operatore avrebbe potuto essere evitato in presenza di maggiori forme di tutela e di difesa dei poliziotti penitenziari. La dotazione al Corpo della pistola “taser” sarebbe uno degli ulteriori ausili a supporto, sebbene non l’unico e risolutivo.

Al riguardo, tutti sembrano d’accordo, ma solo a parole. In presenza di una recrudescenza dei fenomeni aggressivi che si verificano nei penitenziari ai danni degli agenti, il Cosp ritiene oltretutto suggerire un adeguamento dei percorsi didattici degli agenti in formazione attraverso l’introduzione di tecniche addestrative più consone, finalizzate al trattamento dei detenuti nei casi più estremi.

La vicenda di Campobasso avrebbe meritato meno enfasi in presenza di maggiori sistemi di controllo, evitando oltremodo la spettacolarizzazione di tali episodi. 

Il Coordinamento sindacale penitenziario, nel sollecitare l’incontro con i vertici ministeriali, prende atto che gli stessi continuino  a sottrarsi al confronto, nonostante il sindacato abbia in più occasioni posto in evidenza le numerose criticità che affliggono il sistema detentivo italiano.  

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato che a partire dal mese di giugno la pistola taser sarà in dotazione di tutte le forze di polizia. Lo stesso vicepremier dimentica i poliziotti penitenziaria e con lui, credo, anche il Ministro Bonafede.

Come Cosp, da sempre sosteniamo l’introduzione del taser, strumento non letale, capace di risolvere l’intervento in totale sicurezza, riducendo considerevolmente il contatto fisico tra l’operatore di polizia penitenziaria e il soggetto detenuto. Da quando è partita la sperimentazione, nessun agente della penitenziaria o presso le scuole di formazione Sfapp, dove vengono addestrati i neo agenti, si è mai fatto "scuola e preparazione" sul taser.

Eppure, nelle carceri, dall'inizio dell'anno registriamo circa 2.000 episodi di violenza e aggressioni contro i penitenziari, contro direttori e funzionari, stante ad un numero di pari disposti trasferimenti dei reclusi violenti, secondo il dato ufficiale dello stesso Dipartimento diffuso nei recenti giorni. Eppure, diversi sono stati gli interventi con soggetti esagitati o violenti, dalle restanti forze di polizia in addestramento taser, risolti in sicurezza e in maniera efficace grazie al taser,ma non in polizia penitenziaria.

Il più delle volte questo ha sortito effetto deterrente, in quanto solo alla vista della pistola elettrica, il soggetto ha desistito dal commettere reati di violenza o resistenza. Adesso attendiamo la dotazione di telecamere su divise, auto di servizio e celle con maggior sicurezza, al fine di garantire i cittadini e tutelare il personale di polizia penitenziaria, nella massima trasparenza. I

l Ministro Alfonso Bonafede si impegni in modo serio, concreto con provvedimenti  tangibili a tutela dei suoi uomini e delle sue donne e non solo con soliti oramai conosciuti piacevoli sorrisi e  proclami fini a se stessi.   

Domenico Mastrulli, Segretario generale nazionale della Federazione del sindacato autonomo di polizia penitenziaria del Comparto sicurezza e difesa (Cosp)

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Villa di Trani, riparato a tempo di record il lucernario rotto segnalato ieri Trani, impatto auto-motocarro: solo tanto spavento per un operatore ecologico dell'Amiu Un carabiniere di Trani nel Comando interregionale sud Italia: è Paolo Fabiano Trani, in consiglio è la notte della verità. Bottaro sulle probabilità di restare in sella: «Cinquanta per cento» Bilancio, in arrivo una pioggia di emendamenti: c'è chi rivuole Calici di stelle e chi non vuole Trani capitale italiana della cultura 2021 Trani, il bilancio ritorna oggi: 26 i punti all’ordine del giorno Bilancio sul filo, il Pd Bat si schiera con Bottaro: «Mandarlo a casa sarebbe un assist al populismo di destra» Bilancio sul filo, Trani a capo: «Bottaro avrà i numeri grazie a chi è attaccato alla poltrona» Per Buongoverno Trani Bottaro è ai titoli di coda. Uva: «Un sindaco sul tetto che scotta» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Vuoti, e a perdere» Judo Trani, quattro atleti qualificati per il Campionato Italiano Juniores Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, oggi serata dedicata a Celentano Rosario Mastroserio torna ad esibirsi a Trani: domenica prossima concerto pianistico al Polo museale Al Polo museale di Trani c'è anche il «richiamo» della musica: è arrivato un pianoforte per le esibizioni estemporanee di talenti. Tutte le info Polo museale di Trani, fino al 5 maggio la mostra di santi e Madonne in campana A Trani, oggi, nuovo trattamento antilarvale a cura di Amiu Alla Giornata della misericordia per i detenuti, domani, anche alcuni del carcere di Trani Lega navale di Trani, domani la seconda edizione del Big game di drifting A Trani, domani, presentazione del libro «Ero straniero» A Trani, domenica prossima, sfilano duecento cavalli Domenica prossima, a Trani, l'evento «Tutti i grandi sono stati bambini» Al Dino Risi di Trani, domenica prossima, il concerto “L’arte del clarinetto” Domenica prossima, a Trani, "Concerto per una sera" «Trani perla dell'Adriatico», lunedì prossimo torneo giovanile al Ponte Lama Trani si prepara alla sua seconda festa patronale: il programma del Santissimo Crocifisso di Colonna Trani, la zona umida di Boccadoro sarà aperta anche il 1mo maggio. Tutte le info “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Trani, la biblioteca compie 149 anni. Fino al 31 maggio, mostra di alcuni volumi recuperati da palazzo Vischi Trani, prosegue la mostra di Mimmo Rotella “SeriDécollages” Villa di Trani, rotto un lucernario: c'è pericolo sulla sommità del fortino Processione dell’Addolorata a Trani, per il ripristino del basolato spesi 10.000 euro Bottaro e le maschere: aspettando che la sua maggioranza la getti domani, lui se la infila sul Supercinema e ammonisce: «Penso solo ai problemi di Trani» Differenziata a Trani, il porta a porta «food» ancora non ha fatto la differenza: a marzo, 23 per cento 25 aprile, la giunta regionale approva il protocollo per l’osservatorio sui neofascismi «Puglia partecipa», nessuna richiesta dal Comune di Trani
PUBBLICITA' Avicola Colangelo