Piazza Mazzini nel degrado, fra partite di pallone e urina in libertà: residenti e commercianti scrivono al sindaco di Trani

Esasperati da una situazione che si trascina da mesi, hanno presentato una petizione al sindaco, Amedeo Bottaro. Sono residenti e commercianti della zona di piazza Mazzini, progressivamente finita nel degrado a causa del comportamento incivile di numerosi cittadini.

Il signor Vito Romano, primo firmatario, rappresenta tutti coloro «che da tempo hanno denunciato - scrive - lo stato di assoluto degrado ed abbandono da parte delle istituzioni, nonostante le nostre numerose chiamate alla Polizia locale».

Primo problema, la piazza trasformata quotidianamente in un campo di calcio, in cui i pali sono i bidoncini della raccolta differenziata, spesso lasciati sulla piazza svuotati del loro contenuto quando le partite finiscono e i ragazzi vanno via.

«Inoltre - riferisce Romano -, quando il pallone si incastra fra i rami degli alberi, gli stessi bidoncini vengono usati come scale per raggiungere la palla con una mazza, con grave incolumità sia per i ragazzi, sia per le persone che transitano nelle vicinanze. Gli alberi, a loro volta, così facendo vengono sempre più depauperati della loro vegetazione».

Molte volte la palla colpisce le vetrine delle attività, o anche i cittadini seduti alle panchine. E l'altro pomeriggio una pallonata ha raggiunto in faccia un bambino che non stava giocando, facendogli saltare e rompere gli occhiali: ne è nata una litigata generale, che ha coinvolto anche i genitori.

Una volta, prima dei lavori di riqualificazione del sito, avvenuti già quindici anni fa, piazza Mazzini aveva un bagno pubblico sotto il livello stradale, classificato come un luogo di degrado.

Lo slogan di quei lavori fu «Ritorno al passato per un luminoso futuro», ma da un po' di tempo, nell'assenza di quello, «in molti urinano per la strada - lamenta Romano -, spesso bambini guidati dai genitori. Una mamma, rispondendo alle mie rimostranze, mi disse che "qui ci sono feci e urine di cani, e quindi non vedo perché non possa farlo anche mio figlio", eppure abitano a pochi passi dalla piazza».

Una piazza che, a detta di residenti e commercianti, «da mesi non viene pulita e dobbiamo farlo noi, per quello che possiamo, o la pioggia. Invece, quando abbiamo chiamato Amiu, mi hanno risposto che non hanno la convenzione con il Comune per la pulizia della piazza».

L'azienda, invece, fa sapere che la piazza è regolarmente inserita nel contratto di servizio, è stata oggetto di un intervento di idropulizia nella prima metà di giugno e, a breve, lo sarà nuovamente anche e soprattutto a seguito delle lamentele registrate.

«Eppure piazza Mazzini è un punto strategico di passaggio per tutti i turisti che visitano il centro storico - osserva e conclude Romano -. Quasi tutti vi arrivano dalla vicina piazza Gradenigo, dove i bus sostano per farli scendere, e poi passano da qui Trani, così, non ci fa certo una bella figura, e sarebbe veramente ora di cambiare le cose e risolvere questo problema che ormai ci trasciniamo da troppo tempo».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Trani e le sue processioni perdono il cane che fedelmente le accompagnava: Nerone lascia tutti dopo 14 anni di vita e amore Convocato per lunedì il consiglio comunale. Anna Di Bari surrogherà il defunto Nicola Lapi Centro storico di Trani, da giovedì prossimo le bonifiche dei muri imbrattati di via Dogana vecchia e Porta antica Igienizzazione delle strade di Trani, buona la prima ma con qualche auto di troppo sul percorso A Trani la terza sede dell'accademia Total look. Ed oltre la metà dei suoi allievi e allieve trovano lavoro Dopo Giffoni, la Compagnia del Cigno premiata domenica prossima a Trani nella finale del Giullare. E Cotroneo annuncia: «La seconda serie ci sarà» Estate di Trani 2019: The legend of Morricone il 27 agosto in piazza Duomo Trani, oltre 700 spettatori alla «prima» del Giullare. Ed «Io. La rinascita» emoziona con l'elogio della follia che è in ciascuno di noi Festival Il Giullare, stasera lo spettacolo “Il mondo è bello perché è vario” Diverse eccellenze tranesi premiate alla seconda edizione dell'Apulia Best Company Award 2019 Trionfo tranese al Festival "La nota d'oro", premiati quattro cantanti dell'accademia Arcadia Travel and work! Per 15 studenti dell'IISS Aldo Moro alternanza scuola-lavoro a Londra Al via il Beer Festival organizzato dal Santo Graal di Trani: venerdì prossimo, "Gli zii di Milano" Santo Graal, nel cuore dell'estate arriva il tributo a Woodstock Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Buona salute» Logos Festival, domani a Santa Geffa cinema tra gli ulivi con "Carnage" di Roman Polansky "La Puglia in forma di matematica", giovedì incontro gratuito al Castello Svevo di Trani Giovedì prossimo la prima edizione di “Sveva Classica 2019” al Palazzo delle Arti Beltrani A villa Guastamacchia la rassegna estiva “Aperti per ferie”, a cura di Auser Trani. Sabato prossimo serata Karaoke Non ci si perde in un labirinto se, a guidarci, è l'arte: a Palazzo Beltrani, fino al 6 settembre, la mostra «Imaginarium» Estate di Trani, allo chalet la mostra di Antonio Perla Al Polo museale di Trani prosegue fino al 4 agosto la mostra del fumettista Disney Giuseppe Sansone Trani T’Incanta, ritorna Calice di San Lorenzo con un doppio appuntamento. Tra le novità, la Festa della birra "Trani T'Incanta", tra gli appuntamenti tante mostre fotografiche Divertirsi con Xiao Yan in tour per Trani: «La città che gioca» tornerà, il 14 agosto, in villa comunale Oneri del contratto di quartiere, «nessun danno erariale certo»: la Corte dei Conti archivia le posizioni di quattro ex dirigenti del Comune di Trani Trani, fiamme in cucina in uno stabile del centro: i pompieri domano subito il principio d'incendio Trani, piccolo commercio in agonia. Unibat chiede un incontro urgente con l'assessora Nenna Memorial Lafiandra, vincono i magistrati. Il giudice di Trani Morelli migliore in campo, e Paracampo ricorda quel giorno in cui Morace lo stese con una ginocchiata Trani, in arrivo a Palazzo Palmieri la mostra “Collateral Identity” a cura di Davide Uria
PUBBLICITA' Studio Clima