Sogni e soldi buttati in mare: Trani, quando gli effetti del gioco patologico finiscono anche fra gli scogli

Da un mare di sogni ai sogni in mare. Cosa scatti nella mente di un giocatore dopo non avere vinto è difficile spiegarlo, ma è molto più semplice documentarlo se si pensi, per esempio, al tappeto di biglietti non vincenti che chiunque incontra entrando in una sala scommesse. All'interno di quei locali ci sono cestini in ogni angolo, eppure gli scommettitori gettano i tagliandi per terra poiché, probabilmente, il loro ragionamento è: «Ho perso, non mi serve più».

Pochi sono in grado, a quel punto, di considerare una foglio di carta termica o un gratta e vinci perdente un rifiuto da conferire correttamente nei luoghi deputati, ed allora ci si sbarazza di quelli che, da sogni, in pochi attimi si trasformano in delusioni, senza minimamente porsi un problema di carattere civico ed ambientale.

Domenica mattina, però, a Trani si è andati decisamente oltre ed uno scommettitore, dopo essersi portato con sé al molo San Nicola, da tutti conosciuto come «braccio», un grosso quantitativo di gratta e vinci di vari importi, e dopo averli tutti pazientemente grattati mentre era lì al mare, a prendersi il sole, li ha successivamente buttati fra gli scogli ed anche in acqua, fra l'indifferenza dei bagnanti, ma anche l'indignazione di uno che, dopo avere trovato quel tappeto di cartoncini fra gli scogli, li ha fotografati per documentare l'increscioso episodio.

Adesso bisognerà che qualcuno passi a ripulire, oppure che le maree cancellino quello spettacolo indecente, ma l'episodio sembra certificare il fatto che il gioco patologico e impulsivo non sia soltanto un problema economico e sociale, ma anche una fonte di danno per l'ambiente.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Studio Clima

Notizie del giorno

È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Buona scuola» Dialoghi di Trani, il Premio Megamark va ad Eleonora Marangoni con il romanzo «Lux» Dialoghi di Trani, stasera in Cattedrale il concerto di Ramin Bahrami. Il programma della penultima giornata Partito democratico, il segretario nazionale Zingaretti incontra i sindaci. Tra loro anche Amedeo Bottaro Mepa e agenzie interinali, Barresi (Iic): «Sistemi drogati, a Trani basta un accorgimento tecnico e il gioco è fatto» Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal, altro weekend coi fiocchi: domani tributo a Dalla e Daniele Puliamo il mondo, il circolo di Trani di Legambiente oggi in azione sul lungomare e domani a villa Bini Tre giorni di street soccer organizzati dalla chiesa Pienovangelo di via Superga. Ultimo appuntamento, oggi Archivio di Stato di Trani, oggi l'inaugurazione della mostra "La storia dell’acqua nel territorio di Trani 1865-1931" Arsensum, oggi e domani una mostra in piazza Sacra regia udienza Settembre, mese mondiale dell'Alzheimer: oggi screening gratuito a villa Nappi Prosegue, nello chalet della villa comunale di Trani, la mostra di Norberto Iera Ricominciano le attività del circolo Dino Risi. Si riparte dalla nuova collaborazione con i Dialoghi di Trani Consiglio comunale, martedì la prima convocazione. Sette i punti all'ordine del giorno Villa Seggettaro sta per riaprire: Trani soccorso la presenterà alla città il 28 e 29 settembre Regione Puglia, libri scolastici gratuiti e semigratuiti: domande entro il 23 ottobre Trani, impatto bus-auto all'incrocio di Colonna: due feriti, vettura distrutta e semaforo abbattuto A Trani tre nuovi varchi elettronici: partiti i lavori per l'installazione del primo. Ecco dove sorgeranno I Dialoghi di Trani, terza giornata su tecnologia e comunicazione con Massimo Bray. E l'approfondimento sulle storie di sei jahidisti italiani Sistema Trani, rigettate tutte le richieste delle difese e fissate le prossime tre udienze Tassazione delle piccole e medie imprese, Trani è la città più virtuosa della Bat. La Cna: «E si può fare anche meglio» Contributi per il miglioramento sismico di edifici privati, domande entro il 27 settembre Da ottobre a Trani la scuola di recitazione di Pierluigi Corallo Opere pubbliche, il Comune di Trani pone le scuole in testa alle nuove priorità del 2019: l'allargamento di due strettoie slitta agli ultimi due posti Scuola De Amicis di Trani, da quest'anno tutta la primaria sotto lo stesso tetto: ricavate quattro nuove aule con lavori per 50mila euro
PUBBLICITA' Avicola Colangelo