Coronavirus, anche in Qatar i primi casi di contagio: la testimonianza di un tranese costretto al rientro in città

Dopo la testimonianza di Tiziana Spatola, protagonista di un’odissea che da Lanzarote l’ha portata a Trani, oggi vi parliamo del ritorno a Trani di un ragazzo dal Qatar. Il giovane, sebbene abbia scelto di raccontarci la sua storia, preferisce non rivelare la sua identità. Pertanto, rispettando il suo diritto alla privacy, utilizzeremo un nome di fantasia.

Marco, impegnato in un dottorato di ricerca in una nota università di Doha, dal 21 marzo si trova a Trani e, dalla sua abitazione, ci racconta sia il travagliato viaggio di ritorno, sia le misure di contenimento adottate nel Paese della penisola araba.

«Quando è scoppiata l’emergenza e si sono verificati anche nel Qatar i primi casi di contagio da Covid19 - spiega Marco -. L’Università ha consigliato fortemente a tutti gli studenti internazionali di rientrare a casa. Sarei dovuto partire il 19 Marzo per l’Italia, ma il mio volo è stato cancellato. Così, il giorno 20 sono riuscito a prendere l’aereo Doha-Roma. Una volta a bordo, la situazione che ho avuto davanti era surreale: l’aereo era pieno, i viaggiatori seduti l’uno accanto all’altro. Anche se avevo preso ogni precauzione, immaginate il mio timore: per tutta la durata del volo ho avuto accanto a me, senza alcuna distanza di sicurezza, persone sconosciute». 

Una volta arrivato a Fiumicino, sono stati effettuati tutti i controlli da protocollo. «Prendo il volo Roma-Bari con Alitalia. Questa compagnia aerea ha deciso di riempire l’aereo meno della metà della capienza consentita: noi viaggiatori, così, ci siamo posizionati uno per fila e questo, ovviamente, ha tranquillizzato tutto l’equipaggio. Anche quando sono arrivato a Bari Palese, sono stato sottoposto ai controlli. Ma, una volta giunto alla stazione di Trani, per mia spiacevole sorpresa, non c’era nessuno a controllare il mio arrivo. Infatti, anche se sono arrivato in città con un treno regionale, ho comunque preso un volo internazionale ed uno nazionale…»

Una volta a Trani, Marco ha rispettato il protocollo: ha segnalato la sua presenza all’Asl, al suo medico curante e si è messo in autoquarantena. «In realtà – ci dice il giovane tranese – questo isolamento non mi sta pesando: come capita agli studenti universitari, ho speso mesi e mesi di studio chiuso in casa. Quindi, anche ora continuo a studiare e a lavorare da casa. Mi preoccupo, invece, per chi cerca futili pretesti per uscire senza valutarne i rischi per sé e per gli altri».

Rientrato in Italia, lo studente ha potuto confrontare la situazione del nostro Paese con quella che ha vissuto in Qatar: «Una premessa deve essere fatta: ci troviamo di fronte a due forme di governo distinte. E questo porta ovviamente ad identificare scenari in cui la violazione delle regole porta a conseguenze diverse da quelle che si possono avere sul territorio italiano. A Doha, ad esempio, se sei in quarantena ed esci di casa violando le regole poste dalla stessa, vieni subito arrestato senza alcuna esitazione. Le code ai supermercati? Lì non ci sono perché la maggior parte dei residenti ordina la spesa online e viene consegnata a domicilio. Sicuramente in Qatar c’è una politica di contenimento più coriacea rispetto all’Italia».

Il desiderio di Marco è ovviamente quello di rientrare il prima possibile a Doha per completare il suo percorso di ricerca. «Ora vorrei tanto che tutto finisse il più presto possibile, augurandomi che possiamo tornare un po’ più forti di prima e che ci sia più solidarietà tra le gente. Tuttavia - conclude Marco - quando tutto questo finirà, dovremo fare i conti soprattutto con i cambiamenti a livello professionale, sociale ed educativo che trasformeranno la vita di molti».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Dall'emergenza sanitaria a quella sociale, Trani programma il prossimo bilancio. Bottaro: «Taglieremo spese e confidiamo di utilizzare le rate di mutui sospesi» Coronavirus, Procacci (Trani#ACapo): «Rimodulare il bilancio di previsione per il 2020 per aiutare i tranesi» Coronavirus, nel ricordo dii Sinisi l'Ordine dei commercialisti di Trani dona alla Asl oltre mille dispositivi di protezione individuale Procura di Trani, domani si insedia ufficialmente Renato Nitti Buoni spesa per Coronavirus, Montaruli: «Si tenga conto delle nuove povertà» Quinta domenica di Quaresima, l'omelia del vescovo D'Ascenzo Coronavirus, dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Trani «pieno sostegno al mondo della sanità» YouPol: l'app della polizia di Stato per segnalare anche i reati di violenza domestica AGGIORNATO. «Di là dal fiume e tra gli alberi»: la puntata dedicata a Trani andrà in onda oggi, alle 22.10, su Rai5 Coronavirus, l'impennata dei casi non ferma gli scorretti. Bottaro: «Sanzionati quattro baristi per vendita di dolci con saracinesche semichiuse» Coronavirus, a Trani si registra il secondo decesso. Salgono a 10 i positivi in città Coronavirus: in Puglia positivi 91 casi (rispetto ai 124 di ieri) e 15 decessi. Mancano, però, all'appello le morti nella Bat Trani, Settimana santa: sospesa la processione dell'Addolorata. Tutti gli altri provvedimenti del vescovo AGGIORNATO. Appuntamento con Trani, Bottaro «anticipa» Conte: «Già pronta un'unica regia per assistere le famiglie in difficoltà» Il Coronavirus dilaga in Spagna, da Barcellona parla Carla Filannino: «È un racconto drammatico, ma dobbiamo affrontare il domani» Coronavirus, didattica a distanza: a Trani in arrivo 92mila euro per il comodato d'uso di computer Quinta domenica di Quaresima, alle 9 la celebrazione eucaristica del vescovo in diretta televisiva Arciconfraternita SS Addolorata di Trani: continua il programma della Quaresima in diretta Facebook È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Non mollare!». Prezzo promozionale di 1 euro Coronavirus, primo decesso a Trani: si è spento il paziente 64enne nello stesso giorno in cui sua moglie è definitivamente guarita. E c'è anche l'ottavo caso Coronavirus, il Governo invia quasi 5 miliardi ai sindaci: «Chi non ha soldi potrà mangiare grazie a loro». Cassa integrazione ed altri sostegni entro il 15 aprile Coronavirus: salgono a 1458 i positivi in Puglia, 4 nuovi casi nella Barletta-Andria-Trani Gli avvisi del Ministero dell'Interno sui portoni sono una truffa: la Questura invita i cittadini a non aprire ad alcuno Gara chioschi, il Comune di Trani fa bingo: ne assegna cinque su sei ma incasserà quattro volte più di prima. I nomi dei nuovi concessionari «Vi racconto il Coronavirus dal cuore della zona rossa»: la testimonianza del tranese Nicolas Dieta Coronavirus, il comitato feste patronali dona ai volontari di Trani 2mila guanti e 350 mascherine Coronavirus, l'arcivescovo D'Ascenzo in preghiera nei cimiteri della diocesi Coronavirus e violenza domestica, l'ordine degli psicologi di Puglia alle donne: «Continuate a denunciare» Il Coronavirus colpisce il tessuto produttivo locale, Montaruli: «L'economia della Bat in forte pericolo» «Il Coronavirus è comunista, speriamo si annienti da solo»: l'ironico pensiero di Francesco Petrarota Punti di accesso per il reddito di cittadinanza, online la manifestazione di interesse Coronavirus, il comune vicino ai più deboli: consegnati approvvigionamenti a sette parrocchie e due associazioni. A breve attivo un servizio di emergenza Coronavirus, dodici ventilatori polmonari donati agli ospedali pugliesi da imprenditori dell'olio: di questi, due vanno ad Andria Trani, il ritiro delle pensioni senza assembramenti: alla posta centrale transenne per percorsi di sicurezza Fitto casa a Trani, Bottaro annuncia: «Pagheremo la settimana prossima, ma stiamo sollecitando tutti a ricevere il bonifico per evitare assembramenti» Trani, allargamento della strettoia di via Pozzo piano: gara chiusa con undici offerte, a breve l'aggiudicazione e il via ai lavori Amiu Trani, i nuovi orari dell'isola ecologica. Sempre attivo il servizio gratuito di ritiro rifiuti ingombranti
PUBBLICITA' Incos